Brembo: l’evoluzione della pinza GP4-MS con prestazioni elevate su strada

Una proposta ampliata

Brembo: l’evoluzione della pinza GP4-MS con prestazioni elevate su stradaBrembo: l’evoluzione della pinza GP4-MS con prestazioni elevate su strada

Il recente rinnovamento della pinza Brembo GP4-MS risponde alle esigenze delle moto più recenti e degli appassionati in cerca di prestazioni e sportività da esprimere in sicurezza su strada.

La soluzione

Disponibile a partire dal 2023, l’estetica della nuova pinza Brembo GP4-MS è accentuata dalla finitura superficiale in nickel, ottenendo luminosità e superfici levigate, anche pensando alla longevità, alla resistenza e alle prestazioni su strada. Tra i vari aspetti è citato il nuovo logo Brembo.

Con la rinnovata versione la gamma risulta estesa con l’introduzione di una versione con fissaggio 108 millimetri per le sportive giapponesi. La nervatura nella zona anteriore avvolge quattro pistoni in alluminio e garantisce la massima rigidità all’impianto, fornendo una forte sensazione di sicurezza e affidabilità. Fattori come resistenza e prestazioni, anche alle alte temperature, sono sostenute dal trattamento di nichelatura che contraddistingue la panoramica delle GP4 Brembo.
In evidenza, poi, l’introduzione di alette di ventilazione nella zona esterna, ottimizzando lo scambio termico del sistema frenante a beneficio del raffreddamento. Un’operazione possibile grazie alla circolazione dell’aria dovuta al movimento del veicolo e, in particolare, al movimento dell’aria per la rotazione dei dischi freno e della ruota.

La pinza freno Brembo GP4-MS è nata per un utilizzo stradale, contraddistinta dalle più recenti tecnologie, i processi e i materiali più innovativi, ricordando anche la profonda esperienza dell’azienda nel mondo delle competizioni. Come le pinze Brembo impiegate nel Motomondiale, la nuova versione della Brembo GP4-MS è il risultato di una lavorazione dal pieno di alluminio, abbinata alla tecnologia monoblocco. Rispetto alle soluzioni frenanti sviluppate per fusione, questa lavorazione permette l’impiego di materiali con migliori caratteristiche meccaniche, maggiore resistenza anche in condizioni di esercizio estreme, per un miglioramento delle prestazioni dell’intero impianto frenante senza condizionare la durata, come segnalato.

Foto: Brembo

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Accessori e ricambi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati