Stajvelo Montagel Pirelli CYCL-e around, PROVA SU STRADA della nuova bici elettrica

Informazioni e scheda tecnica della gravel elettrica

I percorsi migliori sono spesso i più faticosi, la Stajvelo Montagel rende agibile qualsiasi salita garantendo a chiunque di divertirsi inseguendo l’avventura nel rispetto del pianeta. Pirelli, per il suo progetto di bike sharing dedicato ad aziende e hotel, ha puntato tutto su questa fuoriclasse.

Componenti di livello

La Stajvelo Montagel è una gravel, particolare concetto di bicicletta che combina componenti del mondo MTB ad una base da corsa. Il telaio in carbonio ed il manubrio ricurvo sono infatti abbinati ad una coppia di freni a disco ed a coperture semitassellate. La geometria ricalca le forme classiche e grazie ad un egregio studio stilistico, la casa del Principato di Monaco è riuscita ad integrare perfettamente il pacco batterie ed il motore elettrico nel telaio in fibra (disponibile nelle tre taglie 52, 54 e 56), senza comprometterne l’estetica. Questa bici brandizzata Pirelli è disponibile in una sola colorazione: fondo nero opaco e dettagli in giallo profondo, un omaggio al marchio italiano.

La qualità delle finiture è di alto livello mentre i componenti scelti rappresentano l’elite del mondo delle due ruote a pedali. Al centro del manubrio è collocato uno schermo delle dimensioni di un classico contachilometri che fornisce informazioni di viaggio e permette di interagire con il motore. Le due leve freno marchiate Sram sono idrauliche e entrambe agiscono su dei dischi da 160 mm sia all’anteriore che al posteriore. Alla leva destra è integrato il cambio 1X11 Rival, anch’esso Sram, che agisce su un pacco pignoni posteriore da 11 rapporti. La sella full black dal look aerodinamico ed aggressivo è una Fizik Tempo Argo R5, connubio di leggerezza e comfort. Le coperture appartengono alla azienda committente del progetto e leader del settore. La coppia di Pirelli Cinturato Gravel 40/622, gomme ottime e generose su qualsiasi terreno, sposano a pieno la filosofia della Stajvelo Montagel.

Cuore italiano

Il tratto distintivo di questa gravel marchiata Pirelli risiede nel sistema di alimentazione completamente made in Italy, fornito da Polini: un pacco batterie EP-3 da 500Wh (13,8Ah, 36V) e motore da 250W (picco di potenza a 500W) in grado di erogare una coppia massima di 70 Nm all’albero. Tutto il gruppo propulsore ha un peso di circa 6 kg mentre complessivamente la bici si aggira attorno ai 15,8 kg. Il sistema si accende con un tasto presente sul pacco batteria, a questo punto se il motore percepisce una spinta entra in azione. La velocità massima raggiungibile in modalità assistita è di 25 Km/h dopodiché ogni chilometro orario aggiuntivo sta tutto nelle gambe del ciclista: il motore per vincoli di legge non può più aiutare e si arresta finché non si scende nuovamente sotto quella velocità. L’intervento della pedalata assistita è impostabile su cinque livelli differenti che vanno da 0, ausilio nullo, a 5 in cui il motore esprime il meglio di sé e lo sforzo richiesto al ciclista è minimo a scapito di una autonomia che si riduce più rapidamente. La distanza percorribile con una carica completa della batteria varia molto dal tipo di strada e dal dislivello affrontato ma comunque sarà difficile rimanere a secco anche per discreti chilometraggi.

La prova

Il pregio più grande della Montagel marchiata Pirelli risiede nell’abilità di appassionare qualsiasi tipologia di ciclista, dall’amante dello sterrato allo stradista matto per le salite. Le componenti di livello si combinano armoniosamente dando origine ad un mezzo estremamente divertente e facile da governare. La bici si adatta a qualsiasi percorso e ci sprona a macinare sempre un chilometro in più. La sella è comoda e la postura non stressa eccessivamente schiena e polsi. Il merito del grande spirito di adattamento della gravel elettrica di Stajvelo risiede negli pneumatici, riportano la scritta registrata “Cinturato” e sono una garanzia su ogni terreno, trasmettono sicurezza anche nei punti più viscidi nonostante l’impianto frenante a disco ne stressa maggiormente la tenuta. La Montagel non ha ammortizzatori ma riesce comunque a smorzare le asperità nei percorsi fuoristrada trasferendo al ciclista solo una parte delle vibrazioni e garantendogli comunque un discreto comfort. Il sistema di aiuto della pedalata è semplice e la sua regolazione immediata: una volta acceso, il computer posto sul manubrio mostra i dati di viaggio, l’autonomia e la potenza di intervento del motore, quest’ultima è facilmente modulabile attraverso due pulsanti posti sul medesimo display.

Regolando al massimo la coppia del motore si ottiene un sostegno che per i primi chilometri fa rimanere increduli per il modo in cui la bici risponde ai transitori e ai cambi di pendenza. La modalità intermedia permette invece di contribuire alla conduzione della bici ma allo stesso tempo di risparmiare delle energie da dedicare al mero piacere di guida, in questa regolazione di livello 3 è possibile, inoltre, garantire una maggiore autonomia della batteria per i giri più lunghi. Guidare questa bicicletta vuol dire godersi il bello di una pedalata arrivando a destinazione ancora freschi e con le energie per affrontare altrettanti chilometri. Pirelli, per il suo progetto di bike sharing di alto livello, con questa Montagel ha centrato pienamente l’obiettivo, l’idea di una gravel elettrica facile e divertente è intrigante e riesce a far scomparire tutto lo scomodo dell’andare in bici.

Il progetto Pirelli CYCL-e around

A fine gennaio 2021 Pirelli ha lanciato il programma CYCL-e around con cui intende mettere a disposizione una flotta di biciclette elettriche più o meno sportive da destinare ad aziende o alberghi. Questa idea innovativa e green si impegna a promuovere l’utilizzo di mezzi alternativi utili per spostamenti cittadini o gite nei percorsi extraurbani. Il servizio offerto da Pirelli predispone la fornitura di un corner dedicato, inclusivo di smart locker, rastrelliera e connettori per la ricarica. La prenotazione per le aziende può essere fatta attraverso una piattaforma digitale con tre diverse modalità di noleggio: “home2work” disponibile con un ritiro dalle 17 e riconsegna entro le 10 del giorno successivo, “smart e-week” attivo da lunedì a venerdì e “weekend break” che consente di noleggiare la bici dalle 17 del venerdì fino al massimo alle 10 del lunedì successivo. Il servizio CYCL-e around per gli hotel offre una flotta più prestigiosa in cui troviamo anche la Stajvelo Montagel mentre la prenotazione ed il noleggio sono gestiti direttamente dall’albergatore a completa disponibilità del cliente. I prezzi e le modalità di noleggio sono visibili sul sito ufficiale di Pirelli.

Leggi altri articoli in Biciclette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

EICMA 2017

Italwin presenta ad Eicma la nuova gamma 2018

Tutti questi nuovi modelli saranno in vendita presso i negozi della rete Italwin dalla prossima primavera
Italwin, lo storico marchio italiano del settore delle ebike si presenta ad EICMA forte della nuova produzione che vede l’assemblaggio