Horwin EK3: uno scooter elettrico studiato per l’uso quotidiano [FOTO]

Potenza da 6,2 Kw

Tratti estetici ricercati e soluzioni tecnologiche caratterizzano lo scooter elettrico Horwin EK3, pensato per essere funzionale in ambito urbano.

Estetica e comfort

Un mezzo L3e – A1 (corrispondente a un esemplare 125 cc) con una pedana spaziosa e una sella più larga e lunga, così come generosa è anche la distanza tra l’altezza della sella e la pedana, scongiurando così una posizione troppo piegata delle gambe, secondo le indicazioni. La sella è posta a un’altezza di 780 millimetri. Lo stile arrotondato è vivacizzato dalle tonalità bianco, nero, grigio e rosso e anche dalla firma luminosa dei gruppi ottici. Presenta una luce di marcia diurna automatica DRL (Daytime Running Light) caratterizzata da una fonte LED bianca e una funzione di ritardo allo spegnimento automatico. Anche i fari sono a LED con tre lampade che trasmettono un fascio intenso.
Lo scooter è equipaggiato anche con doppi ammortizzatori idraulici anteriori e posteriori, cerchi leggeri in lega di alluminio e pneumatici tubeless.

Tecnologia

La chiave abbinata allo scooter comprende un telecomando integrato, potendo avviare, spegnere e immobilizzare il mezzo senza introdurre la chiave nell’accensione. Con questa può anche essere azionato il sistema di antifurto. Come segnalato, per partire in sella a EK3 basta semplicemente portare con sé la chiave e in prossimità il mezzo è sbloccato automaticamente, così come avviene di nuovo il bloccaggio quando ci si allontana. All’avvio e allo spegnimento è associata anche una colonna sonora musicale.
Le varie informazioni tra cui velocità e cruise control sono consultabili sul display retroilluminato e, facendo scorrere il dito sulla striscia di touch-start nella parte inferiore di questo, è possibile far partire il motore. Mentre si guida è possibile ricaricare lo Smartphone tramite la presa USB collocata nel vano portaoggetti.
Altro aspetto interessante è il sistema combinato CBS (Combined Braking System), studiato per rendere più sicura e stabile la frenata anche su asfalto bagnato, scongiurando un bloccaggio delle ruote. Una soluzione che distribuisce la forza frenante tra i dischi del freno anteriore e posteriore.

Spinta elettrica

Lo scooter comprende un sistema di controllo FOC (Field Oriented Control), una sorta di cervello che consente partenze rapide ed efficienti, oltre a bilanciarne la potenza e il consumo di energia. Avviene anche un recupero di energia durante alcune fasi di frenata e limita la potenza in uscita, durante alcune fasi di accelerazione.
Sviluppato da Horwin, il propulsore genera sino a 6,2 Kw di potenza con una coppia di 195 Nm disponibile rapidamente agendo sull’acceleratore, consentendo allo scooter di toccare una velocità di 95 km/h e scattando fino a 60 km/h in sei secondi, secondo le informazioni.
Il mezzo può essere equipaggiato con due batterie ricaricabili e rimovibili, delle celle agli ioni di litio 18650 della Samsung. Ogni cella ha una capacità di 1,44 Wh, mentre l‘intero pacco batterie è di 2,88 Wh. La durata risulta di 1.000 cicli di carica e la corrente di carica standard è di 10 A. Il tempo di carica di un pacco batteria indicato ammonta a circa 4 ore.
Il controllo è legato a un sistema di monitoraggio SOC e un moderno sistema di gestione delle batterie, proteggendo da eventuali sovraccarichi o cortocircuiti con un controllo della temperatura delle batterie, come segnalato.

Proposta

Distribuito in esclusiva per il mercato italiano da Vent, l’esemplare Horwin EK3 è venduto a un prezzo al pubblico di 4.490 euro franco fabbrica. Considerando un contributo statale, EK3 ha un costo finale di 3.385,90 euro franco fabbrica con contributo al 30% e di 3.037,87 euro franco fabbrica con contributo al 40%, secondo le indicazioni.

Foto: Horwin

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati