Ducati Panigale V4: un assaggio delle potenzialità [VIDEO]

L'affinata sportiva del 2021

Ducati Panigale V4: un assaggio delle potenzialità [VIDEO]Ducati Panigale V4: un assaggio delle potenzialità [VIDEO]

Un primo prospetto della grinta espressa dalla Ducati Panigale V4 emerge nel filmato focalizzato sull’evoluta sportiva, proposto da Ducati su YouTube.

Il modello del 2021

Nel video, un primo tutorial sul modello come segnalato girato sull’asfalto del Circuito di Misano, intervengono Alessandro Valia, Ducati Official Tester e Carlo Ricci Maccarini, Ducati Superbike Development Team Leader.
Questo focus sulla Panigale V4, ricordando anche la Panigale V4 S, ne sottolinea l’evoluzione, gli affinamenti e anche il carattere. Una moto con una veste aerodinamica sviluppata da Ducati Corse in collaborazione con il Centro Stile Ducati, caratterizzata da un pacchetto aerodinamico composto da elementi come plexiglas, cupolino, carenature ed estrattori laterali, quindi da appendici aerodinamiche che riprendono concettualmente le soluzioni adottate sulla GP16. Caratterizzante anche il motivo dei gruppi ottici.
La ciclistica include un telaio “Front Frame” con un telaietto anteriore in magnesio e quello reggisella in alluminio e a livello sospensivo su Panigale V4 si citano una forcella Showa Big Piston Fork da 43 millimetri con ammortizzatore di sterzo Sachs e nella zona posteriore un ammortizzatore Sachs regolabile. Mentre sulla Panigale V4 S si segnalano soluzioni Öhlins: una forcella Öhlins NIX-30, ammortizzatore di sterzo Öhlins con sistema event-based e ammortizzatore posteriore Öhlins TTX36, oltre a una gestione collegata alla seconda generazione del sistema Öhlins Smart EC 2.0 con nuova interfaccia OBTi (Objective Based Tuning Interface). Potente l’impianto frenante con nuove pompe freno e frizione autospurganti derivate dagli elementi presenti sull’esclusiva Superleggera V4 e variegata la panoramica elettronica con un pacchetto di ultima generazione che prevede anche un Ducati Traction Control di ultima generazione più predittivo, il DTC EVO 3, quindi l’utilizzo di una piattaforma inerziale a sei assi.
Nell’evoluzione per il 2021 anche la conformità alla normativa Euro 5, considerando interventi alla linea di scarico e alla calibrazione dell’unità motrice con medesimi livelli di potenza e coppia.

Foto e video: Ducati

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati