Ducati Multistrada V4 Pikes Peak: un carattere deciso tra i tornanti di montagna [VIDEO]

Animata da un cuore V4 Granturismo

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak: un carattere deciso tra i tornanti di montagna [VIDEO]Ducati Multistrada V4 Pikes Peak: un carattere deciso tra i tornanti di montagna [VIDEO]

Strade che proiettano verso l’alto e una Ducati Multistrada V4 Pikes Peak protagonista nel filmato proposto da Ducati sul canale YouTube. La moto è una delle novità introdotte nel corso della web series Ducati World Première 2022 e nel video spicca la sua sportività.

Il modello

La moto è caratterizzata da aspetti connotativi come una livrea “Pikes Peak” che ricorda quella della Desmosedici GP ’21 con tabelle portanumero disegnate su entrambi i lati del serbatoio, oltre a una ruota frontale da 17 pollici e un forcellone monobraccio.
Nella parte estetica rientrano anche il plexi fumè basso, uno scudetto Ducati Corse visibile davanti, l’anodizzazione color oro dei foderi della forcella Öhlins e la sella posteriore bicolore nera e rossa con il logo V4.
L’esemplare è distinguibile poi da una serie di interventi che riguardano la ciclistica, i controlli elettronici e l’ergonomia. Tra gli aspetti evidenziati anche diverse parti in fibra di carbonio e un silenziatore omologato Akrapovič in titanio e carbonio. Consultando il catalogo Ducati Performance sono disponibili diversi accessori.

Tecnica

Un marcato carattere sportivo legato alle diverse novità, tenendo presenti l’introduzione del Riding Mode Race e il Ducati Wheelie Control dotato di una strategia aggiornata per una risposta superiore e un controllo più preciso. Anche l’ABS Cornering risulta configurato in chiave prestazionale.
Al modello è associato un quadro strumenti TFT da 6,5 pollici. È possibile consultare un navigatore cartografico grazie al Ducati Connect e al mirroring con il dispositivo mobile. L’avanzato pacchetto elettronico prevede una tecnologia radar frontale e retrostante con funzionalità collegate al Cruise Control Adattivo (ACC, Adaptive Cruise Control) e al Blind Spot Detection (BSD).
Interessante una funzionale ergonomia per il controllo e l’ottimizzazione degli angoli di piega, data una differente posizione di guida rispetto alla Multistrada V4, considerando un manubrio più basso, più stretto e con una curvatura meno marcata, oltre a pedane più sollevate e arretrate.
In evidenza anche gli interventi relativi alla parte ciclistica, definita attorno all’accennata ruota frontale da 17 pollici. Il telaio è monoscocca in alluminio, rivisto per ottenere una diversa inclinazione del cannotto di sterzo di 25,75°, rispetto ai 24,5° della Multistrada V4, oltre a quote ciclistiche di avancorsa e interasse ricalibrate
Figurano delle sospensioni Öhlins Smart EC 2.0, per la prima volta su un esemplare Multistrada, a sostegno delle performance con un sistema di tipo “event based” simile a quello degli esemplari Ducati Panigale V4 S e Streetfighter V4 S.

Il sistema frenante, derivato da quello della Ducati Panigale V4, include davanti uno schema con dischi da 330 mm e pinze monoblocco Brembo Stylema®, a cui sono aggiunte delle pastiglie della Panigale V4. Nella zona posteriore è presente un singolo disco da 265 mm, affiancato da una pinza flottante Brembo.
Il peso totale della moto risulta più leggero di 4 kg, calza pneumatici stradali sportivi da 120/70 e 190/55-17 che vestono cerchi forgiati in alluminio Marchesini, meno pesanti di 2,7 kg rispetto a quelli della Multistrada V4 S.
Infine il motore è un’unità V4 Granturismo ottimizzata secondo le caratteristiche della moto e con delle novità, in particolare si evidenzia l’inserimento per la prima volta su una Multistrada del Riding Mode Race, sviluppato per l’esemplare. Una mappa Race aggiunta a una strategia più racing per il limitatore, che entra in modo graduale rispetto alla Multistrada V4, allertando il pilota con un certo anticipo per favorire una guida sportiva. Anche il quickshifter ha una strategia specifica che permette scalate decise, oltre all’implementazione di una relazione manopola-farfalla più diretta nel Power Mode High, secondo le indicazioni.
La potenza tocca quota 170 cavalli a 10.500 giri/minuto, il vertice di coppia raggiunge 125 Nm a 8.750 giri/minuto.

Foto e video: Ducati

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati