attiva


Ducati Monster SP: un nuovo concentrato di sportività [FOTO]

Visione grintosa e maggiore leggerezza

Nel corso della web serie Ducati World Première 2023, la seconda novità del marchio di Borgo Panigale è il Ducati Monster SP. Un modello caratterizzato da contenuti tecnici funzionali per un’esperienza di guida vivace.

Design e contenuti

Ducati Monster SP è un’ulteriore evoluzione del concetto Monster, dopo la recente ridefinizione del modello. Si sottolineano diversi elementi che favoriscono una guida sportiva e contribuiscono al contenimento del peso.
La sportività del nuovo Monster SP emerge già osservando la veste grafica, che richiama le colorazioni delle Desmosedici GP schierate dal team ufficiale, considerando anche altri dettagli come l’anodizzazione dorata della forcella Öhlins NIX30, l’ampio logo Ducati sul serbatoio che trae spunto dalla grafica della Ducati Panigale V4, la sella in rosso integrata nel prospetto laterale con il codino, il logo Monster SP visibile sul coperchio della sella passeggero e l’introduzione di un silenziatore omologato Termignoni.

Aspetti tecnici e tecnologici

La parte elettronica del nuovo Ducati Monster SP risulta di vertice, data la presenza di ABS Cornering, Ducati Traction Control e Ducati Wheelie Control, tutti gestibili su vari livelli di intervento. Si evidenziano anche un Launch Control e i Riding Mode Sport, Road e Wet per definire il carattere della moto in base ai bisogni. La gestione avviene tramite i comandi al manubrio e un cruscotto TFT a colori da 4,3 pollici dotato di una grafica sportiva che richiama ancora quella della Panigale V4, osservando per esempio il grande contagiri e le varie informazioni sulla sinistra, compreso l’indicatore della marcia.
Le prestazioni in frenata, i trasferimenti di carico contenuti e l’accentuata capacità di chiudere le traiettorie, oltre a un’affinata precisione, sono collegate ai diversi elementi che compongono la ciclistica del modello.
Si parte da un ammortizzatore di sterzo che intensifica la stabilità in accelerazione e percorrenza di curva, assieme all’adozione come primo equipaggiamento di pneumatici Pirelli Diablo Rosso IV. La già accennata parte elettronica è collegata sull’azione dei Riding Mode e dei controlli elettronici, in modo da massimizzare le doti della ciclistica, tenendo presente anche l’introduzione del nuovo Riding Mode Wet per una sicurezza rafforzata su fondo bagnato.

Ci sono sospensioni Öhlins interamente regolabili, di cui una forcella più leggera di 0,6 kg rispetto a quella presente su Monster e Monster +, ottenendo una rafforzata sensibilità assieme a un aumento di luce a terra e angolo di piega, come suggerito. Il sistema sospensivo poggia anche su una taratura più grintosa che intensifica il carattere della moto sui tratti misti, potendolo sfruttare al massimo in pista.
Potenziato l’impianto frenante con la presenza di pinze Brembo Stylema® e flange in alluminio per i dischi anteriori da 320 millimetri, sottolineando un contenimento di peso di 0,5 Kg rispetto alla dotazione del Monster. Soluzione che consente al nuovo Monster SP di esprimere maggiori prestazioni in fase frenante e una spiccata agilità con la riduzione dell’inerzia all’avantreno.
Il contenimento complessivo della massa è legato anche all’introduzione di una batteria agli ioni di litio, ottenendo un risparmio di circa 2 kg in ordine di marcia rispetto all’esemplare tradizionale, che risulta sotto questo aspetto già un riferimento nella rispettiva categoria, pur ricordando la presenza di elementi come il cupolino e l’ammortizzatore di sterzo.
Resta confermata la ricetta del Monster: un telaio di origine Superbike associato a un cuore propositivo.
Il telaio è un Front Frame che ricorda quello della Panigale V4, una base in alluminio collocato direttamente alle teste del motore. Il propulsore è un bicilindrico Testastretta 11°, 4 valvole raffreddato a liquido con distribuzione desmodromica. La potenza raggiunge i 111 cavalli.

Proposta

Il nuovo Monster SP è atteso nelle concessionarie della rete Ducati da gennaio 2023, anche in variante depotenziata da 35 kW per i possessori di patente A2.

Foto: Ducati

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati