Ducati Monster 1200, ritorno alle origini [FOTO]

Volumi, silhouette, serbatoio e proiettore si ispirano a quelli del 1993

Ducati Monster 1200, ritorno alle origini [FOTO]Ducati Monster 1200, ritorno alle origini [FOTO]

Ducati Monster 1200 – Ducati torna alle origini del Monster, con una moto nuova nella forma e nella sostanza. Quando progettisti e designer Ducati hanno iniziato a lavorare al nuovo Ducati Monster 1200, si sono ispirati a quelle che erano le fondamenta del progetto iniziale del 1993: il concetto di “sport naked bike”.

Il Ducati Monster 1200 è quindi un progetto nuovo nel design e nei contenuti, per la celebre naked di Borgo Panigale. Disponibile anche nella preziosa e performante versione S, il Ducati Monster 1200 ha un serbatoio più snello, una coda sportiva completamente ridisegnata, un inedito e tecnologico proiettore anteriore e una elettronica di prim’ordine derivata da quella della 1299 Panigale.

ducati monster 1200 test

Il Ducati Monster 1200 è essenza Monster allo stato puro. Volumi, silhouette, serbatoio e proiettore sono fedeli alle linee della moto nata nel 1993. L’iconico e inconfondibile serbatoio in acciaio torna anche ad essere dotato del gancio di fissaggio, esattamente come il primo Monster. Il Ducati Monster 1200 è equipaggiato con l’ultima evoluzione del Testastretta 11° DS che non solo garantisce elevati valori di potenza e coppia ma anche una curva di erogazione fluida e piena fin dai bassi regimi e una risposta all’acceleratore sempre graduale e ben gestibile, quindi massimo divertimento di guida. Il bicilindrico Ducati del Monster 1200 è in grado di erogare 150 CV a 9.250 giri/minuto (15 CV in più del precedente Monster 1200 e 5 CV in più del precedente Monster 1200 S), e una coppia massima di 126,2 Nm a 7.750 giri/minuto. Grazie ad una accurata calibrazione del sistema Ride by Wire il Ducati Monster 1200 è in grado di garantire prestazioni fluide in maniera estremamente fluida a tutto vantaggio del piacere e della precisione di guida. Il nuovo #monster1200, inoltre, è omologato EURO 4.

Il telaio è il classico traliccio in tubi d’acciaio che sfrutta il bicilindrico Testastretta come elemento stressato della ciclistica. Al motore sono collegati il nuovo e compatto forcellone monobraccio e le inedite pedane pilota fuse in alluminio, separate da quelle del passeggero. Il ricco pacchetto elettronico, integrato con i tre differenti Riding Mode (Sport, Touring e Urban), comprende l’Inertial Measurement Unit (IMU) che fornisce le informazioni ai sistemi Cornering ABS Bosch e Ducati Wheelie Control (DWC). Grazie a questa dotazione elettronica di alto livello il #monster1200 è in grado di garantire prestazioni da vera sport naked Ducati ma gestibili e alla portata di tutti, offrendo sempre un elevato livello di sicurezza attiva.

ducati monster 1200 test 1

L’esclusivo Ducati Monster 1200 S accentua ancora di più l’animo sportivo del Monster, grazie a una forcella completamente regolabile Öhlins con steli da 48 mm di diametro e un mono-ammortizzatore posteriore Öhlins anch’esso completamente regolabile. L’impianto frenante anteriore è composto da due dischi Brembo da 330 mm di diametro accoppiati a pinze monoblocco Brembo EVO M50, lo stesso della 1299 Panigale. Il Ducati Monster 1200 S è, inoltre, dotato di sistema #ducati Quick Shift (DQS) up/down (disponibile come accessorio per il Monster 1200), di ruote a 3 razze a Y con esclusiva grafica “S”, di parafango anteriore in carbonio, mentre il proiettore anteriore è caratterizzato dal DRL (Daytime Running Light) e gli indicatori di direzione sono a LED e non a lampada.

Il Ducati Monster 1200 è una moto perfettamente bilanciata che grazie a motore, freni, ciclistica ed elettronica è in grado di regalare il massimo in termini di puro piacere di guida. Maneggevolezza, potenza e coppia del Ducati Monster 1200 garantiscono il massimo divertimento, senza compromessi.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati