Yamaha a EICMA 2021 | Intervista a Fabrizio Corsi, dalla nuova XSR 900 al T-MAX, tante novità

La casa dei tre diapason è tra le protagoniste della 78esima edizione dell'Esposizione internazionale delle due ruote

EICMA 2021 YamahaYamaha non si è risparmiata ed è tra le case che ha portato più novità di tutti insieme ad un grande tributo a Valentino Rossi.

Yamaha XSR 900

La nuova XSR 900 si rinnova completamente dal design, ma anche del telaio e nuova piattaforma inerziale a sei assi. La disposizione del telaio Deltabox risulta abbassata e il forcellone allungato, in modo da favorire la stabilità con un’ottimizzata rigidità complessiva, dato un differente fissaggio del forcellone. Il cruscotto è disposto su una nuova piastra forcella, gli specchietti retrovisori alle estremità del manubrio. Tra le novità anche il faro frontale tondo a LED con un alloggiamento più corto. Il modello è dotato di un nuovo display TFT a colori da 3,5 pollici. Tramite i comandi al manubrio è possibile scegliere la modalità di guida più indicata. In totale sono quattro modalità D-Mode: la modalità 1 risulta la più performante, le modalità 2, 3 e 4 rappresentano invece gradi di risposta sempre più fluidi. Si segnala anche la presenza di un sensore di posizione (APSG) tipo R1 collegato al Yamaha Chip Controlled Throttle (YCC-T). Un sistema “ride by wire” dotato di un sensore nella manopola che riproduce la sensazione tradizionale della molla dell’acceleratore. Così come interessante è la presenza di un cambio elettronico Quick Shift System (QSS), consentendo la selezione delle marce superiori e inferiori senza agire sulla frizione. Il modello è caratterizzato da un nuovo telaio in alluminio Deltabox. Aumentati i livelli di rigidità longitudinale, laterale e torsionale a favore della stabilità. La nuova Yamaha XSR900 è equipaggiata con un’unità motrice CP3 da 889 cm³ più potente. Un propulsore di cilindrata maggiore (+43 cc) che, rispetto al cuore precedente. Si sottolinea un aumento di potenza di quattro cavalli sino a 119 cavalli (87,5 kW) a 10.000 giri/minuto, mentre la coppia sale del 6% sino a 93,0 Nm (9,5 kgf-m) a 7.000 giri/minuto, cioè 1.500 giri/minuto in meno rispetto al precedente esemplare.

Yamaha MT-10 e MT-10SP

Pochi giorni fa è stata presentata la nuova MT 10 (qui l’approfondimento) ed in occasione di EICMA 2021 è stata presentata la nuova versione SP. Rispetto alla sorella “classica” questa versione è equipaggiata con sospensioni semiattive Ohlins Smart EC di nuova generazione che, in base alla scelta del pilota offre tre tipologie di risposta. Le differenze continuano nell’impianto frenante, dotato di raccordi in treccia d’acciaio, ma anche nell’estetica, con l’adozione del puntale aerodinamico e della livrea Icon Performance che fa il verso a quella utilizzata sulla YZF-R1M.

Yamaha T-MAX

Un’estetica ridefinita e grintosa caratterizzata da una nuova carena compatta e nuovi cerchi. Presentati i nuovi Yamaha TMAX e TMAX Tech MAX per il 2022. Il modello è equipaggiato con uno schermo TFT da 7 pollici a colori ed è possibile selezionare uno dei tre stili di visualizzazione delle informazioni. Al centro spicca il tachimetro digitale, nel caso dello stile Sporty si nota un contagiri radiale a blocchi, optando per lo stile Intelligent è visibile un tachimetro a lancetta con una visualizzazione dinamica, quindi nello stile Authentic figura un contagiri a lancetta di matrice più classica.

Intervista a cura di Lorenzo V.E. Bellini

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in EICMA 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati