Suzuki al MIMO Milano Monza Open-Air Motor Show 2021: tra le protagoniste la nuova GSX-S1000

Marco Lucchinelli in sella alla Premiere Parade

Suzuki al MIMO Milano Monza Open-Air Motor Show 2021: tra le protagoniste la nuova GSX-S1000Suzuki al MIMO Milano Monza Open-Air Motor Show 2021: tra le protagoniste la nuova GSX-S1000

Suzuki è tra i brand presenti alla prima edizione del MIMO – Milano Monza Open-Air Motor Show 2021. In occasione della kermesse programmata da giovedì 10 a domenica 13 giugno, visibili alcuni esemplari delle gamme Auto, Moto e Marine, oltre al concept Suzuki Misano progettato dagli studenti del Master in Transportation Design di IED Torino. Parlando di moto, in evidenza la nuova Suzuki GSX-S1000.

La partecipazione all’evento

Suzuki è presente in tre spazi distinti nel cuore di Milano con le rappresentanti della produzione Auto, Moto e Marine. La struttura più ampia è sita in Corso Vittorio Emanuele.
Oltre alle vetture e alla parte legata al settore marino, gli appassionati di due ruote potranno ammirare la nuova naked Suzuki GSX-S1000. Assieme a lei la display bike MotoGP Suzuki GSX-RR di Joan Mir e l’esemplare SWIFT Sport Hybrid World Champion Edition con una livrea che ricorda il trionfo iridato nel 2020.
Suzuki prende parte anche alla Premiere Parade, la sfilata istituzionale prevista nel pomeriggio di giovedì 10 in Piazza del Duomo. Protagonista nell’occasione Marco Lucchinelli, Campione del Mondo della Classe 500 nel 1981 su Suzuki, in sella proprio a una GSX-S1000.

La moto

Una moto scolpita, il cui design distintivo comprende un gruppo ottico frontale con esagoni sovrapposti di tipo LED, oltre a tratti tesi e aerodinamici considerando convogliatori e serbatoio da 19 litri e un codino compatto. Tre le colorazioni associate: Blu che richiama la sportività del brand; un elegante Grigio Mat e Nero. Gli esemplari proposti sul mercato italiano presentano una cover monoposto e possono essere personalizzate con vari accessori originali.
Una moto con un’indole sportiva che favorisce una postura eretta, funzionale e confortevole. Il manubrio è più ampio di 23 mm con estremità leggermente rialzate e risulta più vicino alla seduta di 20 mm. Questa è stata riplasmata per un più elevato sostegno nella zona retrostante.
È dotata di un telaio a doppia trave d’alluminio con un collegamento diretto di cannotto di sterzo e pivot del forcellone. Le sospensioni sono regolabili nel precarico molla e nei freni idraulici, in compressione ed in estensione. La taratura è studiata considerando i nuovi pneumatici radiali Dunlop Sportmax Roadsport 2.
Tra le soluzioni tecnologiche si cita il Suzuki Intelligent Ride System (S.I.R.S.), una piattaforma digitale che si occupa in modo integrato di vari sistemi elettronici. Evidenziato anche un nuovo acceleratore elettronico ride-by-wire a fronte del Suzuki Drive Mode Selector (SDMS) tramite cui selezionare le tre modalità di guida proposte, a cui corrispondono differenti risposte del motore. È possibile regolare anche il nuovo Suzuki Traction Control System su cinque livelli d’intervento oppure disattivarlo, secondo le informazioni. Il propulsore a quattro cilindri rispetta la norma Euro 5 e la frizione antisaltellamento è assistita con l’introduzione del Suzuki Clutch Assist System (SCAS), come ricordato.

Foto: Suzuki

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati