KTM 1290 Super Adventure R: presentato l’energico esemplare del 2021 [FOTO]

Ciclistica rinnovata e 160 cavalli di potenza

KTM 1290 Super Adventure R: presentato l’energico esemplare del 2021 [FOTO]KTM 1290 Super Adventure R: presentato l’energico esemplare del 2021 [FOTO]

La nuova KTM 1290 Super Adventure R rappresenta un’altra forma espressiva di dinamismo esplorativo. Un concetto pensato per affrontare i percorsi più impegnativi e addentrarsi in ogni direzione, considerando le novità e la ridefinizione progettuale del modello.

Indole avventuriera e soluzioni tecnologiche

Un esemplare pensato per essere intuitivo e agile, dotato di tonalità e grafiche calamitanti, cupolino, manubrio, leve e pedane regolabili, gruppo ottico LED con luce diurna e nuove coperture Bridgestone specifiche per guidare sui tratti fuoristrada, legate a ruote a raggi ALPINA in alluminio che possono accogliere gomme tubeless con guarnizione O-ring sui nippli dei raggi. Tra gli aspetti in evidenza dal punto di vista ergonomico le nuove sovrastrutture, contenendo il carburante il più in basso possibile nel serbatoio in funzione di un baricentro più basso e dunque una funzionale sensibilità dinamica.

Assieme alle modalità Rain, Street, Sport e Offroad, quella opzionale Rally consente di impostare la risposta dell’acceleratore su tre livelli e selezionare uno dei nove livelli di slittamento della ruota posteriore, pensando ai motociclisti che prediligono un carattere più incisivo in fuoristrada. Le modifiche sono tutte visualizzabili tramite un nuovo quadro strumenti TFT da sette pollici associato a una nuova Connectivity Unit. L’ampio schermo comprende menu rapidi con indicazioni turn-by-turn suggerite dall’app KTM My Ride, proposta a pagamento.
Affinate le funzioni della chiave keyless, considerando la tecnologia KTM Race On dotata di transponder di sicurezza, quindi i sensori separati del sistema di controllo della pressione degli pneumatici consentono una precisa personalizzazione.
Di serie dei pacchetti elettronici avanzati, tenendo presente la collaborazione con Bosch. La nuova piattaforma inerziale a sei assi si occupa dell’elaborazione dei dati collegati a pozione, comportamento e inclinazione. Ciò determina il grado di intervento del Traction Control, della regolazione della coppia motrice in fase di rilascio (MSR) e del controllo della stabilità in frenata (MSC), oltre al’ABS Offroad. In base alle necessità, i dispositivi di assistenza possono essere limitati o disattivati.

La nuova KTM 1290 Super Adventure R, come il recente modello S, presenta ridefiniti pacchetti software opzionali. Il Rally Pack include l’accennato riding mode Rally, la risposta personalizzata dell’acceleratore, il controllo su nove livelli dello slittamento della ruota posteriore; il Tech Pack comprende il Quickshifter+, l’Hill Hold Control, la luce adattiva del freno e tutte le funzioni del Rally Pack, la regolazione della coppia del propulsore in fase di rilascio.

Tecnica

Evoluta la stessa ciclistica, tenendo presente una redistribuzione dei pesi definita per accentuare la maneggevolezza e la stabilità. Oltre alle sovrastrutture ridefinite, ogni tratto dell’esemplare è stato studiato a fondo per ottimizzare la distribuzione dei pesi e il contatto tra pilota e mezzo. Il cannotto di sterzo è stato arretrato di 15 millimetri, allungato il forcellone pressofuso a traliccio aperto e il propulsore ruotato in avanti di 2°. Inoltre figura un nuovo serbatoio da 23 litri realizzato in tre parti, localizzato come accennato più in basso per agevolare le dinamiche di guida. Ridefinito anche il telaietto posteriore che sostiene una sella sviluppata in pezzo unico, posta a 880 mm d’altezza, segnalando anche un vano portaoggetti nel sottoscala.

In evidenza anche le rinnovate sospensioni WP, provate lungo migliaia di chilometri sui percorsi europei più tortuosi e sui tratti desertici californiani. Assieme a fattori derivanti dall’esperienza di KTM in ambito offroad, si segnala anche l’adozione di tecnologia WP XPLOR. In rilievo una forcella regolabile con steli da 48 mm con un’escursione di 220 mm e funzioni di smorzamento separate gestibili tramite le ghiere presenti in testa ai foderi, quindi un ammortizzatore WP PDS con medesima escursione della forcella e regolabile. Infine si evidenzia anche la presenza di pinze Brembo a quattro pistoncini con attacco radiale, che consentono spazi di arresto ridotti su strada e gestibili sui percorsi fuoristrada.

Motore e spinta

Diversi i miglioramenti che riguardano il propulsore come nuovi pistoni, carter più leggeri, modifiche ai rivestimenti e un doppio collettore di scarico rielaborato, dando un carattere muscolare al cuore LC8. Per l’ottimizzazione del flusso d’aria si segnalano poi due radiatori separati, al posto dell’unità singola che caratterizzava l’esemplare precedente. In base all’impostazione, risulta ridimensionata la portata d’aria calda che investe le gambe del pilota. Considerando poi una rinnovata cassa filtro, i piloti possono accedere al filtro dell’aria togliendo quattro viti. Questo comprende adesso nervature verticali che aiutano a trasferire la polvere o la sabbia verso il fondo. Data la collaborazione con PANKL, inoltre, anche il cambio risulta affinato negli inserimenti. Un’evoluzione percepibile soprattutto installando l’opzionale Quickshifter+.

Studiate anche le parti interne del bicilindrico a V di 75°, ottimizzando la dissipazione del calore e riducendo il peso di 1,6 kg, sempre in funzione del dinamismo. Il nuovo propulsore LC8 omologato Euro 5 propone 160 cavalli di potenza a 9.000 giri/minuto e 138 Nm di coppia a 6.500 giri/minuto.

Proposta

L’esemplare sarà proposto presso i Concessionari KTM partendo da marzo 2021 alla cifra di 19.850 euro f.c., come indicato.

Foto: KTM

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati