Honda: Leon Haslam, i ricordi e le competizioni in moto [FOTO]

Un racconto del pilota figlio d'arte

I momenti, le corse, la determinazione di Leon Haslam in un racconto dove figura anche Honda. Una serie di cimeli e souvenir della famiglia Haslam raccolti dal pilota del Team HRC WorldSBK sono presenti in un museo creato nella sua vecchia casa.

Aneddoti e successi

Il pilota ripercorre gli inizi e i momenti sembrano accavallarsi. La sua prima moto è stata una Honda QR50, guidata con l’entusiasmo di un bambino di quattro anni e ancora oggi quella passione per le due ruote è rimasta sempre la stessa.
È cresciuto nel paddock, spaziando tra Gran Premi e Tourist Trophy sull’Isola di Man, dunque è stato naturale ad un certo punto scendere in pista. Il circuito britannico di Donington Park rappresenta una sorta di seconda casa per la famiglia Haslam. Aveva solo quattordici anni quando ha esordito nella serie monomarca Honda CB500 Cup. Leon ottenne un permesso speciale per partecipare alla serie. Vinse la gara e da allora è iniziato il suo percorso sportivo.
In carriera ha trionfato nella seria BSB, il campionato Superbike britannico; ha conquistato tre edizioni della 8 Ore di Suzuka e sfiorato nel 2010 il titolo in WorldSBK. Al momento è impegnato proprio nel campionato WorldSBK con il Team HRC, ma prima di appendere le scarpe al chiodo vorrebbe vivere in pista le emozioni di una 24 Ore di Le Mans e di una Daytona 200, una gara altrettanto storica.

My Ride, My Life: Leon Haslam

Leon Haslam ha corso già in passato su moto Honda e ricorda nell’occasione: “Sono salito sulla mia prima Fireblade 20 anni fa e sono riuscito a guidare ogni Fireblade sviluppata da allora”. E adesso la più recente Honda CBR1000RR-R Fireblade SP ha attratto in particolare la sua attenzione: “Onestamente, la versione che guidiamo ora è la moto standard con l’elettronica in grado di avvicinarsi di più al tempo sul giro di una moto da gara. È entusiasmante vedere dove ci conduce lo sviluppo della moto.”
Leon è figlio di un altro grande pilota: Ron Haslam. Diversi cimeli e souvenir personali della famiglia Haslam sono stati raccolti in un museo allestito nella vecchia casa, come documentato in un filmato proposto. Mentre il pilota passeggia per il museo, i ricordi riaffiorano. Si nota un riferimento al primo contratto con l’HRC Honda di Ron Haslam, firmato nel 1983, che Leon sottolinea come: “l’anno in cui sono nato”. C’è una foto del fondatore della Honda Motor Company, Soichiro Honda, appesa alla parete in prossimità di un poster incorniciato di Ron, quando è diventato “Uomo dell’anno dell’MCN” nel 1981. C’è anche il premio di Uomo dell’anno dell’MCN del 2006 e lo stesso Leon sottolinea: “L’unica coppia padre-figlio ad averlo vinto, il che mi rende molto orgoglioso”.
Nel museo sono riuniti i caschi, i certificati, le fotografie, le tute in pelle, i trofei e anche la cosiddetta “ferramenta” che ha tenuto insieme un arto, un dito o un piede rotto. La passiona di Leon Haslam non ha ceduto dopo sette gravi infortuni alle gambe.

Foto: Honda Motor Europe Ltd. Italia

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati