Prodream: la prima pellicola liquida per moto

Un prodotto innovativo che pulisce ed al tempo stesso protegge

Prodream: la prima pellicola liquida per motoProdream: la prima pellicola liquida per moto

Prodream, dopo la presentazione di qualche mese fa dei nuovi prodotti per moto, è pronta a lanciare sul mercato la prima pellicola protettiva liquida nata per proteggere la moto dai fattori ambientali.

Per applicare la pellicola liquida non serve acqua, il prodotto infatti pulisce le superfici trattate facendo allo stesso tempo penetrare nelle micro cavità l’emulsione siliconica vegetale la quale crea in pochi istanti uno strato protettivo, ravvivante, idrorepellente e resistente al calore sulle marmitte. In più, grazie alla protezione UV, rallenta moltissimo la perdita di colore e brillantezza delle superfici. Oltre a questo, la pellicola liquida protegge degli acidi dei moscerini e ravviva le superfici. Prodream è adatto a tutti i tipi di superfici, compresi gli accessori che accompagnano ogni biker quindi su: plastica, vetro, metallo verniciato, cromature, superfici opache, parti in carbonio, scarichi, esterno casco, carene, cupolino ed altro. Sono inoltre disponibili 2 panni: il primo tratta le impurità e limiterà al minimo gli eventuali micrograffi, il secondo si utilizza sulla superficie pulita per stendere e far “reticolare” la pellicola.

L’utilizzo è molto semplice, basta spruzzare abbondantemente il prodotto sulle superfici asciutte da trattare fino a totale copertura, anche se sporche, purché non eccessivamente piene di fango, e lasciare agire qualche istante. Poi passare il panno Tech 1 il quale, grazie alla sua trama larga, trattiene le impurità e impedisce i graffi. Infine Strofinare con panno Tech 2 la superficie pulita per stendere la pellicola così da proteggere tutte le superfici e impedire il successivo aggrapparsi dello sporco.

Prodream pellicola liquida protettiva con spray a pistola da 300 ml è in vendita al pubblico al prezzo di euro 24,90 (iva inclusa).

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati