Pirelli Diablo Rosso IV: caratteristiche e grip per prestazioni elevate [FOTO]

La quarta generazione di esemplari supersportivi

Pirelli Diablo Rosso IV: caratteristiche e grip per prestazioni elevate [FOTO]Pirelli Diablo Rosso IV: caratteristiche e grip per prestazioni elevate [FOTO]

Pneumatici performanti e tenuta elevata. Pirelli Diablo Rosso™ IV è la nuova generazione di una proposta studiata per tradurre e sostenere il dinamismo di diverse moto con carattere sportivo.

La novità

Questo pneumatico supersportivo rappresenta un ulteriore livello d’evoluzione di gamma, rivolto a quel pubblico di appassionati che apprezzano il dinamismo e le prestazioni su due ruote, nelle diverse condizioni di asfalto o clima. Una platea variegata che spazia dai proprietari di moto sportive o hypernaked, passando per coloro che usano la moto solo nei fine settimana in rapide escursioni fuori città, sino ai possessori di esemplari crossover a due ruote che viaggiano a medio e lungo raggio e apprezzano le performance vivaci.

Questa quarta generazione fa parte della gamma di gomme ad alte prestazioni, trasmettendo un equilibrio tra doti sportive stradali, un’elevata resa chilometrica e consistenza su manto bagnato. Rispetto alla tipologia Diablo™ Supercorsa SP pensato per un principale impiego in pista e in condizioni di asciutto, Diablo Rosso™ IV risulta un prodotto più stradale considerando sia il comportamento su bagnato, sia la durata. Anche a fronte del Diablo Rosso™ Corsa II, altra tipologia nel portfolio Racing Street di Pirelli studiato per un impiago tra strada e pista, il nuovo pneumatico trasmette maggior resa chilometrica e un comportamento su bagnato più solido, secondo le indicazioni.

Tra le caratteristiche poste in evidenza: un elevato grip in frenata, un’apprezzabile spinta laterale in piega e trazione in accelerazione, considerando una struttura innovativa e profili di derivazione racing; un funzionale feedback ad ogni input del motociclista per un controllo di guida più efficace date le tecnologie applicate alla carcassa che consentono una ottimizzata aderenza anche alle micro-asperità; quindi prestazioni di vertice su strada asciutta o bagnata in base a mescole full silica, utilizzate su entrambi gli assi e con schema Cap&Base nella zona posteriore, in simbiosi con il disegno battistrada per un’efficace evacuazione dell’acqua, come indicato.

Diverse le misure, iniziando dalla zona anteriore: 110/70 R 17 M/C 54 H TL; 110/70 ZR 17 M/C 58W TL; 120/60 ZR 17 M/C (W) TL; 120/70 ZR 17 M/C (58W) TL; 120/70 ZR 17 M/C (58W) TL (C) conforme CCC.
Mentre per la posteriore: 140/70 R 17 M/C 66 H TL; 150/60 R 17 M/C 66 H TL; 150/60 ZR 17 M/C 66W TL; 160/60 ZR 17 M/C (69W) TL; 180/55 ZR 17 M/C (73W) TL; 180/55 ZR 17 M/C (73W) TL (C) conforme CCC; 190/50 ZR 17 M/C (73W) TL; 190/55 ZR 17 M/C (75W) TL; 200/55 ZR 17 M/C (78W) TL; 200/60 ZR 17 M/C (80W) TL.

Caratteristiche

Per questa nuova proposta è stata impiegata una struttura con cintura zero gradi in acciaio, riprendendo un concetto da quella sviluppata in ambito racing. La struttura del pneumatico anteriore presenta corde in Rayon di maggior rigidezza e disposte con una fittezza minore (- 20%). Uno schema per concedere maggior spazio alla mescola di gommatura che, tenendo presenti le proprietà smorzanti, ne affina precisione e risposta.

Nelle misure retrostanti 190/55 ZR 17 e più elevate, pensate per esemplari che possono oltrepassare i 200 cavalli di potenza, è presente una struttura in Lyocell a tre filamenti con un rapporto di deformazione notevolmente inferiore rispetto a quello normalmente usato nei pneumatici stradali. La carcassa in fibra Lyocell è frutto di una tecnologia legata all’esperienza acquisita nel Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike. Ottenuta una nuova struttura che può proporre una resistenza maggiore allo stress negli inserimenti in curva come in accelerazione.
Le restanti misure per la zona posteriore sino a 190/50 ZR 17 sono dotate di una struttura in Rayon più rigida se paragonata alla precedente. Come per l’anteriore, si dà spazio alla mescola di gommatura per calibrare in modo funzionale la rigidezza del pneumatico lungo il suo profilo.

Nella combinazione delle strutture sui due lati considerata anche l’azione dei sistemi elettronici di controllo, tenendo sempre presente la sicurezza.
Il disegno del battistrada presenta un connotativo intaglio a fulmine, con spalle più slick. Il motivo “flash” è visibile notando gli intagli centrali del disegno battistrada delle tipologie anteriore e posteriore. Un orientamento disposto valutando le onde di usura per un consumo più omogeneo e una giusta evacuazione dell’acqua in rettilineo. Poi in corrispondenza dei primi angoli di piega, si notano intagli laterali per la “conformabilità” del pneumatico e sempre preposti per l’espulsione dell’acqua. Il disegno del battistrada anteriore è stato ottimizzato per diminuire il rapporto vuoti/pieni di circa il 30%, ottenendo una tipologia più vicina alle slick oltre i trentacinque gradi di angolo di piega. Diversamente per il pneumatico posteriore, il rapporto vuoti/pieni risulta ridotto in prossimità della zona centrale. Scelta fatta per una regolarità di usura e una più elevata stabilità alle alte velocità, senza condizionare le capacità di evacuazione dell’acqua, svolte principalmente dal pneumatico anteriore, come segnalato.

Passando ai profili, emerge ancora l’esperienza di Pirelli nel massimo campionato delle derivate di serie. Questi sono di derivazione agonistica e caratterizzati da uno sviluppo multi-raggio che affina la maneggevolezza. La fascia centrale include un profilo più acuto per agevolare una discesa in piega e rapidi cambi di direzione. Mentre nelle fasce laterali la curvatura è meno accentuata incrementando l’area di contatto in funzione della trazione in curva. La tipologia posteriore da 200/55 ZR 17 comprende un profilo più alto di circa 10 millimetri nella parte centrale e più ampio di circa 9 mm lateralmente. Ottimizzata anche la curvatura in spalla ma un maggior sostegno in uscita di curva. Similare l’impostazione del pneumatico anteriore per una risposta bilanciata.
Chiudendo il quadro descrittivo, il pneumatico anteriore è suddiviso in tre zone utilizzando due mescole differenti, come indicato. La fascia centrale comprende una mescola più dura ad alto contenuto di silice (Full Silica) occupando il 50% della porzione del profilo. Soluzione che prevede la stessa mescola nell’area di contatto fino ai 35 gradi di angolo di piega scongiurando fastidiose discontinuità nella guida. Poi le fasce laterali presentano una mescola più morbida ancora ad elevato contenuto di silice in funzione del grip anche alle basse temperature.

Pensate due differenti soluzioni per la gomma posteriore, valutando le diverse caratteristiche delle moto.
Le misure per la tipologia posteriore sino al 190/50 ZR 17, per esemplari di bassa e media cilindrata, risultano bimescola e disposte secondo uno schema Cap&Base. Quella più dura alla base verso la fascia centrale è Full Silica per un veloce warm up e un notevole chilometraggio, assieme all’equilibrio termico lungo il profilo. Quelle laterali, ancora ad alto contenuto di silice, risultano più morbide e pensate per questo pneumatico sempre in funzione di un rapido warm up e del grip incrementano il range d’uso, come indicato.

Nelle dimensioni 190/55 ZR 17 e superiori si sottolinea invece una suddivisione in cinque zone utilizzando tre mescole. Una centrale più consistente per la stabilità ad alta velocità oltre a un’omogeneità d’usura, quindi l’elevato contenuto di silice per un veloce warm up e un eccellente grip chimico su asfalto bagnato. Quella intermedia, lateralmente rispetto alla mescola centrale e più morbida rispetto a questa, copre l’angolo intermedio di piega con formulazione Full Silica per un congeniale grip chimico su asciutto e bagnato. Inoltre la mescola delle spalle è 100% Carbon Black, riprendendo una soluzione dalle mescole di Diablo™ Supercorsa SC impiegati nelle gare di durata. Considerando uno schema Cap&Base, in funzione del bilanciamento termico, propone sostegno in piega e trazione in accelerazione.

Proposta

Come segnalato sono diverse le misure della gamma Diablo Rosso™ IV, disponibili partendo da febbraio 2021.

Foto: Pirelli

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati