KTM 890 Duke: la presentazione di un nuovo capitolo [FOTO]

Motore di 889 cc e 115 cavalli di potenza

KTM 890 Duke: la presentazione di un nuovo capitolo [FOTO]KTM 890 Duke: la presentazione di un nuovo capitolo [FOTO]

Presentata la nuova KTM 890 Duke, una naked di media cilindrata con un carattere vivace.

Un concetto grintoso

I tratti secchi creano distinzione, costituiti dai funzionali elementi delle sovrastrutture. Tra gli aspetti in evidenza anche le nuove coperture Continental ContiRoad per un grip ottimizzato sul bagnato, oltre alla stabilità complessiva e una fase di “riscaldamento” ridotta, secondo le informazioni. Variegata la proposta di accessori originali KTM PowerParts.
Il modello è caratterizzato da un telaio tubolare in acciaio al cromo-molibdeno, citato anche un telaietto posteriore in alluminio pressofuso dall’aspetto minimalista con batteria, cassa del filtro e prese d’aria, quindi si segnala un motore bicilindrico impiegato come elemento stressato. Rispetto all’esemplare precedente la leva del cambio risulta più corta e, tramite molle più leggere, si segnala un funzionamento dell’opzionale Quickshifter+ più rapido e fluido.

Le sospensioni WP Apex del nuovo esemplare risultano evolute e garantiscono un ottimizzato funzionamento della forcella a steli rovesciati da 43 millimetri con cartuccia aperta e del mono-ammortizzatore regolabile nel precarico. Il sistema frenante anteriore è composto da due dischi flottanti da 300 mm associati a una coppia di pinze radiali a quattro pistoncini con pastiglie di mescola differente oltre all’ABS sensibile all’angolo di piega. Dietro resta confermata la soluzione a un solo disco da 240 mm affiancato da una pinza a doppio pistoncino. Inoltre l’altezza della sella è stata ridimensionata di mezzo centimetro rispetto al valore del precedente modello, adesso a quota 820 mm. Pur considerando un propulsore di cubatura maggiore e gli interventi, il peso a secco della nuova naked resta il medesimo: 169 kg. Il serbatoio può accogliere 14 litri, in base alle informazioni.

Tecnologia e vivacità

Tramite il selettore al manubrio e consultando lo schermo TFT fotosensibile, con connettività KTM My Ride, si può optare tra le tre modalità di guida proposte: Rain Mode che prevede elevato controllo della trazione, reazione morbida in accelerazione, anti-impennata e potenza contenuta; Street Mode con Traction Control normale, anti-impennata, risposta tradizionale dell’acceleratore e potenza completa; quindi Sport Mode in cui si nota un TC ridotto e oltre all’anti-impennata una risposta grintosa a fronte della piena potenza. Opzionale la possibilità Track Mode che consente di variare le impostazioni su pista. La risposta dell’acceleratore risulta gestibile su tre livelli, il controllo della trazione variabile su una scala di nove livelli, mentre la funzione anti-impennata può essere disinserita. Tra gli aspetti sottolineati anche un sensore dell’angolo di piega 6D che consente all’ECU di analizzare vari dati e informazioni sul dinamismo e sulla posizione del mezzo in funzione di un feedback ottimale, quindi un sistema launch control per scatti brucianti.

Il modello è dotato di un propulsore di 889 cm³ che può proporre 115 cavalli di potenza a 9.000 giri/minuto e 92 Nm di coppia a 8.000 giri/minuto, un incremento di 10 cavalli e 5 Nm di coppia rispetto alla KTM 790 Duke. Inoltre, le masse rotanti aumentate del 20% assicurano una migliore stabilità in curva e un’azione più fluida del motore ai bassi e medi regimi. L’omologazione risulta Euro 5.

Proposta

Disponibile partendo dal mese di febbraio 2021 in due tinte, Orange e Black, si indica un prezzo di 10.700 euro f.c. Al medesimo prezzo sarà commercializzata una versione depotenziata 890 Duke L, come segnalato.

Foto: KTM

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati