Benelli: varie espressioni di movimento con omologazione Euro 5 [FOTO]

Compatte 125, Leoncino 800 e TRK 502 X per il 2021

Benelli: varie espressioni di movimento con omologazione Euro 5 [FOTO]Benelli: varie espressioni di movimento con omologazione Euro 5 [FOTO]

Forme e impostazioni differenti. Per il 2021 le Benelli BN 125 e Tornado Naked T 125, così come le Leoncino 800 e Leoncino 800 Trail e la versatile TRK 502 X risultano Euro 5.

Benelli BN 125 e Tornato Naked T 125

Per il 2021 le due compatte 125 sono Euro 5, come accennato, con una potenza che aggiunge 11,1 cavalli a 9.500 giri/minuto e una coppia di 10 Nm a 7.000 giri, secondo le informazioni. Il motore risulta monocilindrico a quattro tempi, raffreddato ad aria.
La Benelli BN 125 è un modello caratterizzato da un’estetica sportiva in veste bianca, nera e una tinta flash green in serie limitata, quindi una ciclistica snella. Il serbatoio può accogliere 13,5 litri di carburante. Presenta un telaio a traliccio in tubi d’acciaio che ne sostiene la maneggevolezza, a cui sono legate una forcella anteriore upside-down con steli da 35 millimetri e dietro un forcellone oscillante con ammortizzatore centrale regolabile nel precarico molla con escursione da 40 mm. Il sistema frenante è costituito da un disco frontale da 260 mm e pinza a tre pistoncini, mentre dietro figura un altro disco da 240 mm con pinza a due pistoncini. Si segnala una soluzione CBS. Il quadro è completato da cerchi da 17 pollici in lega di alluminio vestiti con gomme da 110/80 e 130/70.

La mini fun-bike Benelli Tornado Naked T 125 comprende a livello tecnico una forcella anteriore upside-down con steli che presentano un diametro da 35 mm e dietro un forcellone oscillante con ammortizzatore laterale regolabile nel precarico molla ed escursione da 50 mm. L’impianto frenante è composto da un disco da 210 mm davanti, mentre alle spalle un altro da 190 mm. Indicato anche questo caso un sistema CBS. Figurano cerchi da 12 pollici con pneumatici 120/70 davanti e 130/70 dietro, quindi la capienza del serbatoio risulta di 7,2 litri. Una moto proposta in veste bianca, nera e in serie limitata rivestita di un caratterizzante flash green.

Benelli Leoncino 800 e Leoncino 800 Trail

Due versioni dall’estetica riconoscibile che comprende tratti classici a elementi ricercati. Richiami retrò e soluzioni contemporanee sono peculiari, nel caso della Leoncino 800 Trail affiora poi una maggior propensione ad affrontare percorsi oltre l’asfalto stradale.
Concetti minimalisti e tratti classici definiscono l’estetica del modello Leoncino 800, notando in particolare una distintiva firma luminosa frontale ad arco. Tra gli aspetti in evidenza anche il sinuoso serbatoio da 15 litri, una strumentazione TFT e un evoluto propulsore da 754 cc presente anche sulla versione Trail, abbinato a un cambio a sei rapporti. La potenza massima risulta di 76,2 cavalli (56 kW) a 9.000 giri/minuto con un picco di coppia di 68 Nm a 6.500 giri/minuto. Si elencano anche frizione con asservimento di coppia e funzione antisaltellamento in bagno d’olio.
Il modello è dotato di un telaio a traliccio tubolare con piastre in acciaio, studiato tenendo presente lo stile e il dinamismo. La sella figura a 805 mm.

La ciclistica, come segnalato, è caratterizzata nella parte frontale da una forcella Marzocchi upside down con steli da 50 mm di diametro, regolabile in estensione, compressione e precarico molla ed escursione di 130 mm. Nella zona retrostante si nota un forcellone oscillante con mono centrale regolabile nel precarico molla e freno idraulico in estensione. Il sistema frenante comprende un impianto Brembo composto da un doppio disco anteriore semiflottante di 320 mm di diametro e pinza monoblocco radiale a quattro pistoncini, completato da un disco posteriore di 260 mm di diametro associato a una pinza a doppio pistoncino e ABS. I cerchi risultano da 17 pollici a raggi.
Il modello Trail è distinguibile esteticamente dal cupolino localizzato sopra il faro anteriore con motivo luminoso ad arco, dal doppio scarico alto laterale, dalla tabella porta numero e para-calore visibile sempre lateralmente, quindi la presenza di un cerchio da 19 pollici davanti e da 17 pollici dietro e gomme tassellate. La sella figura in questo caso a 830 mm.
Davanti è presente una forcella Marzocchi upside down regolabile nei diversi aspetti con steli da 50 mm ed escursione da 140 mm, mentre dietro un forcellone oscillante con mono regolabile ed escursione della ruota ancora da 140 mm, come segnalato.

Benelli TRK 502 X

Un’evoluzione tecnica per la rinnovata Benelli TRK 502 X, equipaggiata con un propulsore a due cilindri in linea condiviso con la variante stradale.
Questo motore a due cilindri in linea con raffreddamento a liquido e distribuzione doppio asse a camme in testa risulta conforme alla normativa Euro 5. Si indica una potenza di 47,6 cavalli (35 kW) a 8.500 giri/min e 46 Nm di coppia massima a 6.000 giri/minuto. Citati degli interventi all’impianto di scarico con l’introduzione di un sistema dell’aria secondaria che consente l’attenuamento delle emissioni in fase di avviamento, generando una post-reazione che porta rapidamente alla temperatura di esercizio del catalizzatore. Si è intervenuto sui catalizzatori evitando perdite di prestazione, assieme a un’affinata calibrazione della ECU motore. Accorciato inoltre il rapporto di trasmissione primaria, in base alle informazioni.
Il modello presenta un cupolino protettivo, paramani con inserto in alluminio e personalizzati con il logo del modello, specchietti e manopole con il logo TRK, nottolini in alluminio localizzati nella zona della sella e cavalletto centrale. Evoluto il manubrio che risulta regolabile, come la leva frizione secondo le indicazioni. Figurano anche blocchetti del comando al manubrio retroilluminati. Il serbatoio può contenere 20 litri di carburante, in base alle informazioni.
Presenta un telaio a traliccio di tubi con piastre in acciaio, una forcella anteriore upside-down con steli da 50 mm con escursione di 140 mm e un forcellone oscillante retrostante con mono ammortizzatore centrale regolabile nell’idraulica in estensione, compressione e precarico molla, citando un’escursione da 62 mm. Figura anche un terminale di scarico localizzato in posizione rialzata rispetto alla TRK 502, tenendo presente il possibile impiego su tratti impegnativi. Il sistema frenante, elencando l’ABS, è costituito davanti da un doppio disco da 320 mm di diametro con pinza flottante a due pistoncini, quindi dietro un disco di 260 mm di diametro. Infine un cerchio anteriore a raggi da 19 pollici e un altro posteriore da 17 pollici rispettivamente con gomme da 110/80 e 150/70.

Foto: Benelli

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati