Dakar 2021: obbligo dell’airbag, Helite in evidenza con un sistema studiato per il fuoristrada

Per motociclisti e piloti di quad

Dakar 2021: obbligo dell’airbag, Helite in evidenza con un sistema studiato per il fuoristradaDakar 2021: obbligo dell’airbag, Helite in evidenza con un sistema studiato per il fuoristrada

Dakar, un nome e una sfida per tanti piloti che amano l’avventura. Migliaia di km percorsi nelle condizioni più impegnative a bordo di auto, in camion, in moto e anche usando dei quad. Purtroppo in passato non sono mancati gli incidenti, proprio pensando alla sicurezza e come rafforzarla ulteriormente, soprattutto per i piloti più esposti, l’organizzazione della Dakar da questa edizione ha reso obbligatorio per coloro che affrontano l’impegno in sella a un moto o su un quad un dispositivo airbag munito di cartuccia carica e di averne con sé una di riserva. Tra i marchi, Helite figura tra i protagonisti per l’elevata protezione e anche per la semplicità ed economicità di ripristino del dispositivo, secondo le informazioni.

La soluzione Helite

Considerando l’esperienza nel settore, Helite ha sviluppato uno nuovo airbag da Off Road in collaborazione con il marchio italiano di protezione UFO, realtà già conosciuta dagli appassionati di fuoristrada. La prima versione è stata mostrata durante il Rally d’Andalusia lo scorso ottobre e nei giorni che hanno preceduto la Dakar sono continuati i test, grazie ad una decina di collaudatori. Un affinamento funzionale per buona parte dei partecipanti. Circa la metà dei piloti moto e quad iscritti alla Dakar in Arabia Saudita, 129 piloti nel momento in cui è stato realizzato il comunicato, ha preordinato il sistema Helite in base alle informazioni.
In sostanza un gilet airbag che sfrutta sensori in grado di distinguere i normali movimenti del pilota da quelli di un incidente o di una caduta e uno specifico algoritmo, impostato per leggere tali movenze, elaborato dalla scheda CDU (crash detection unit), ossia un’unità compatta e integrata che può analizzare in tempo reale i movimenti del pilota. Accelerometro, giroscopio e GPS interagiscono costantemente tra loro tramite la CDU e, nel caso venga rilevato un movimento considerato anomalo o in sostanza un incidente, l’airbag si gonfia in 50 millisecondi proteggendo il pilota. Il volume di protezione risulta di 18 litri, un valore ritenuto ideale per garantire una opportuna protezione tenendo presente la praticità nei movimenti. Le protezioni rigide pensate da UFO, con un paraschiena di alta qualità (SAS-TEC di livello 2) sono localizzate all’esterno dell’airbag per fornire un’ulteriore protezione in caso d’impatto. Il risultato è un effetto “Turtle” o a “guscio di tartaruga”, uno dei punti fermi della progettazione Helite, assieme all’ampio volume d’aria e “alla rapidità, facilità ed economicità di ripristino”, sempre considerando le indicazioni.
Meccanici o elettronici, gli airbag Helite presentano il più ampio volume di protezione sul mercato variante dai 17 fino ai 28 litri e hanno una speciale conformazione studiata per avvolgere e proteggere le parti vitali, come indicato. Per la Dakar 2021 il team Helite ha sviluppato il primo gilet airbag “Off Road”, un sistema specifico pensato per rispondere alle esigenze di questo impegno.

Immagine: Airbag Professional®

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati