Aprilia RS 660: unione tra design e vivacità sportiva [VIDEO]

Cuore bicilindrico parallelo frontemarcia da 660 cc

Aprilia RS 660: unione tra design e vivacità sportiva [VIDEO]Aprilia RS 660: unione tra design e vivacità sportiva [VIDEO]

Due filmati proposti via social da Aprilia sono focalizzati sul design e sul carattere della nuova RS 660.

Un dinamismo spumeggiante

L’indole sportiva della nuova Aprilia RS 660 è evidenziata nel filmato in cui sono anche protagonisti Aleix Espargaró, Lorenzo Savadori e Bradley Smith in sella ad altrettanti esemplari guidati sul tracciato di Misano. Echeggia l’eco dei bicilindrici che spigionano la propria potenza richiamata dai piloti e spiccano le varianti cromatiche associate a questa sportiva di media taglia: un distintivo e inedito Acid Gold che rimarca il dinamismo giovanile e il design della RS 660; un più classico Apex Black, un richiamo a una delle tradizionali tinte della casa arricchita dalla presenza di componenti in rosso acceso e una versione Lava Red con la presenza di viola e rosso che rievoca la RS 250 Replica Reggiani del 1994.

Design aerodinamico

Le forme sono un altro degli aspetti più caratterizzanti del modello, non solo dal punto di vista visivo ma anche tecnico. Nell’intervento di Miguel Galluzzi, Head of Piaggio Advanced Design Center, spiccano la zona frontale e le paratie laterali tenendo presenti i flussi d’aria. Dunque efficienza aerodinamica, stile e compattezza in un unico concetto sportivo.

Il modello

Una moto con una doppia carenatura, un funzionale rapporto peso/potenza (183 kg in ordine di marcia/100 cavalli) e una ciclistica pensata per sostenere prestazioni vivaci. A livello visivo si nota anche una peculiare ed stesa firma luminosa frontale, così come appare ricercata la zona retrostante.
Presenta un nuovo telaio a doppio trave in alluminio, materiale impiegato anche per il forcellone. L’interasse risulta di 1.370 millimetri, l’inclinazione del cannotto di sterzo di 24,1° e il motore figura come elemento portante. Un propulsore con omologazione Euro 5 dotato di distribuzione a doppio albero a camme in testa e 4 valvole per cilindro, ripreso dalla bancata anteriore del V4 di 1100 cc, come segnalato. Questa unità bicilindrica da 660 cc trasmette 100 cavalli da rapportare a 183 kg di peso in ordine di marcia, come già accennato. Una spinta ottenuta a 10.500 giri/minuto, considerando anche una capacità di allungo con limitatore spostato sino ai 11.500 giri/minuto. Indicata una coppia massima di 67 Nm a 8.500 giri/minuto, con l’80% disponibile dai 4.000 giri/minuto e il 90% toccando i 6.250 giri/minuto, sempre considerando le indicazioni. Segnalata anche una versione da 95 cavalli depotenziabile, pensando ai possessori di patente A2.
Variegata la panoramica di accessori ed elettronica. Nell’elenco si cita: una strumentazione digitale TFT su schermo a colori, cinque Riding Mode (Commute, Dynamic e Individual per l’uso quotidiano; Challenge e Time Attack per un uso in pista), un affinato Cornering ABS multimappa, acceleratore elettronico Ride-by-Wire, piattaforma inerziale a sei assi e un pacchetto di controlli elettronici attivi APRC.

Foto e video: Aprilia

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati