Ducati SuperSport 950: stile aerodinamico e nuova vivacità per il 2021 [FOTO]

Motore Testastretta 11° da 937 cc Euro 5

Le aperture laterali ricordano le branchie di un pescecane. Scolpite, nette, bramose d’aria, come quelle di un essere pronto a dominare sul proprio percorso. La nuova Ducati SuperSport 950 prospetta una nuova attitudine sportiva per una variegata platea che ama il dinamismo.

Caratteristiche

Le carene plasmate dal Centro Stile Ducati e la conformità alla normativa Euro 5 sono alcuni degli aspetti in evidenza del modello. La visione appare una concentrazione di fluidità e compattezza dimensionale, partendo dal cupolino raccordato sino alla zona terminale, richiamando in parte la ricercatezza sportiva della gamma Panigale considerando sia il distintivo gruppo ottico frontale full-LED con DRL, sia gli sfoghi laterali che ricordano il doppio estrattore della potente sportiva V4. La carena inferiore, poi, raggiunge la parte del silenziatore. Nel complesso la visione è rafforzata da un “effetto vedo, non vedo”.
La panoramica dei sistemi di controllo poggia sulla presenza di una piattaforma inerziale a 6 assi di Bosch che rileva vari parametri comprendendo diverse soluzioni: ABS Cornering Bosch, Ducati Traction Control (DTC) EVO e Ducati Wheelie Control (DWC) EVO, quindi una soluzione Ducati Quick Shift (DQS) up/down EVO per i cambi di marcia. Citato anche un sistema Ride-by-Wire. I parametri sono legati a loro volta ai Riding Mode: Sport, Touring e Urban. La strumentazione è visualizzata su uno schermo TFT da 4,3 pollici predisposto per un Ducati Multimedia System (DMS).

Tecnica

La moto presenta un telaio a traliccio in acciaio legato alle teste del propulsore che funge da elemento strutturale. Figura anche un telaietto posteriore reggi sella realizzato sempre in acciaio.
Il telaietto anteriore stampato a iniezione risulta ridefinito e integra nuovi attacchi per gli specchi retrovisori.
Le sospensioni sono regolabili. Nella zona anteriore è presente una forcella Marzocchi con steli da 43 mm, mentre dietro sono situati un forcellone monobraccio in alluminio fuso in gravità e un ammortizzatore Sachs che comprende una gestione del precarico molla e del freno idraulico in estensione.
Nel caso della versione SuperSport 950 S figurano sospensioni regolabili Öhlins, partendo da una forcella anteriore con steli da 48 mm con trattamento TiN a cui segue un monoammortizzatore posteriore con serbatoio del gas integrato. Sulle due versioni è possibile inserire un ammortizzatore di sterzo regolabile Öhlins.
L’impianto frenante collegato a un sistema ABS Cornering Bosch personalizzabile è costituito da un sistema Brembo con due dischi da 320 mm di diametro e pinze radiali monoblocco Brembo M4-32 che agiscono tramite una pompa radiale autospurgante Brembo con serbatoio separato e leva gestibile nella zona anteriore. Dietro invece un disco da 245 mm associato a una pinza a due pistoncini. Il quadro è completato da cerchi in lega a tre razze che definiscono una “Y” nelle misure 3.50 x 17 all’anteriore e da 5.50 x 17 al posteriore.
La sella è posta a 810 mm d’altezza e, valutando la triangolazione con semi-manubri e pedane, la posizione di guida risulta prettamente sportiva. La porzione per passeggero risulta distanziata dalle pedane e imbottita, ma nel caso si può optare tra la gamma di accessori Ducati Performance per una sella dotata complessivamente di una maggiore imbottitura. Il peso in ordine di marcia ammonta a 210 kg, in base alle informazioni.
La Ducati SuperSport 950 è proposta nella sola veste Ducati Red che riveste anche il telaio, mentre la SuperSport 950 S può vestire anche una colorazione Artic White Silk.

Motore

L’unità Testastretta 11° da 937 cc Euro 5 presenta un carattere rinnovato e prestante grazie agli interventi su sistema di controllo motore e impianto di scarico. Il picco di potenza risulta di 110 cavalli a 9.000 giri/minuto con una coppia massima di 93 Nm a 6.500 giri/minuto. Presente una frizione a bagno d’olio con sistema di asservimento e anti-saltellamento, quindi si segnala un cambio a sei marce. Tra gli accessori si citano due impianti di scarico in titanio Akrapovic®, di cui uno omologato con paracalore in fibra di carbonio e un altro di tipo racing con incremento della spinta ai medi regimi del 5% e attenuamento del peso di – 4,6 Kg, secondo le indicazioni.

Foto: Ducati

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati