Triumph Tiger 850 Sport: una nuova crossover con un’indole dinamica [FOTO E VIDEO]

Motore a tre cilindri con set-up dedicato

Una crossover con un’attitudine stradale. La nuova Triumph Tiger 850 Sport prospetta un dinamismo caratterizzante.

Estetica e dotazione

Tratti fluidi e scolpiti con una zona frontale alta e protesa oltre a un parabrezza regolabile in altezza, assieme a sezioni centrale e posteriore studiate per accogliere il pilota e un eventuale passeggero. Diversi i particolari condivisi con gli esemplari 900, in questo caso l’aspetto è impreziosito da due nuove grintose livree Graphite e Diablo Red o Grafite e Caspian Blue a cui sono associate grafiche specifiche. Variegata la proposta di accessori, con oltre 60 possibilità. In evidenza si segnalano due set per il trasporto bagagli in collaborazione con GIVI, tra Trekker ad apertura laterale con top case che può contenere due caschi raggiungendo 52 litri ed Expedition sviluppato in alluminio con apertura dall’alto e top case da 42 litri.
Distintiva anche la firma luminosa che prevede una funzione DRL e faro anteriore, faretto posteriore e indicatori di direzione tutti a LED. L’esemplare è dotato anche di un quadro strumenti TFT da 5 pollici e una presa di corrente supplementare da 12V. Altro aspetto caratterizzante è la sella sottile pensata per trasmettere un certo comfort, ottimizzata nel posizionamento delle pedane assieme alla presenza di un manubrio regolabile nell’inclinazione. Si agevola una posizione di guida eretta per un controllo efficace in marcia. La seduta può essere regolata su due posizioni lungo 20 mm tra 810-830 mm, come indicato. Inoltre figura un serbatoio da 20 litri e l’interasse ammonta a 1.556 mm.

Tecnica

Il telaio a traliccio in acciaio risulta modulare, un fattore comune con le Tiger. Presente anche un telaietto posteriore imbullonato. Il peso a secco contenuto a 192 kg appare funzionale per il dinamismo. La ciclistica comprende sospensioni di elevata qualità con soluzioni Marzocchi all’anteriore e al posteriore. Nello specifico: forcelle anteriori upside down a steli rovesciati da 45 mm e 180 mm di escursione, mentre dietro un monoammortizzatore a gas monoshock regolabile manualmente nel precarico e 170 mm di escursione. Si indica un set-up basilare del tipo turistico/sportivo.
La frenata è affidata davanti a una soluzione a doppio disco flottante da 320 mm con pinze Brembo Stylema® a 4 pistoncini monoblocco ad attacco radiale e ABS, mentre dietro a un solo disco da 255 mm abbinato a una pinza Brembo a singolo pistoncino e ABS.
Nella dotazione elettronica spiccano anche due riding mode Road e Rain con interventi tramite il comando del gas ride-by-wire su erogazione e l’intervento del traction control, disattivabile attraverso il dashboard TFT.

Motore

Il motore a tre cilindri in linea da 888 cc è caratterizzato da una sequenza di scoppi irregolari T-Plane, altro aspetto connotativo della gamma Tiger 900, dotato di un set up dedicato in funzione di un’erogazione di coppia e potenza maggiormente lineare.
L’albero motore T-Plane con sequenza di scoppi 1-3-2 trasmette un’alta trattabilità ai bassi giri, secondo le informazioni.
Si indica una potenza massima di 85 cavalli a 8.500 giri/minuto e un vertice di coppia di 82 Nm a 6.500 giri/minuto. Tra gli aspetti funzionali anche una frizione antisaltellamento e risulta connotativo anche il tono trasmesso dall’impianto di scarico.
Disponibile in Europa un kit di depotenziamento rivolto a possessori di patente A2, con un differente comando del gas e una mappatura motore dedicata. Un’operazione reversibile presso le concessionarie Triumph Motorcycles.

Proposta

Accessibile da febbraio del 2021 e indicata come la nuova soglia di accesso alla gamma Tiger, si segnala un prezzo di 11.400 euro franco concessionario.

Video: Official Triumph Motorcycles
Foto: Triumph Motorcycles

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati