EICMA: due filmati pensando all’edizione del 2021

Programmata il prossimo anno dal 9 al 14 novembre

EICMA: due filmati pensando all’edizione del 2021EICMA: due filmati pensando all’edizione del 2021

Riprendendo parte di un messaggio proposto online da EICMA, nello stesso giorno in cui era inizialmente prevista la prima giornata riservata a stampa e operatori della nuova rassegna, poi spostata nel 2021, si legge: “EICMA è sempre qui. A disegnare il futuro, a lavorare per il buono che verrà. Perché verrà.” Una campagna caratterizzata da due filmati, di cui uno già online come segnalato, che rimarcano lo spirito della manifestazione pensando al prossimo appuntamento.

Verso il 2021

Due video e un solo messaggio che infonde fiducia e rievoca una passione in vista dell’edizione del 2021, pianificata dal 9 al 14 novembre. “Le conseguenze della pandemia ci hanno privato solo momentaneamente del calore della nostra manifestazione”, il commento di Pietro Meda, presidente di EICMA S.p.A., “ma la comunità delle due ruote e la sua filiera sono vive e tenaci. Stiamo investendo questo tempo per lavorare ancora più alacremente con l’ambizione di trovare aree di miglioramento e innovazione, guardando al domani e continuando a fare quello che EICMA è riuscita a raggiungere in oltre cento anni di storia: offrire agli espositori e al pubblico una vetrina unica al mondo”.
È prevista la pubblicazione di due video, come accennato. Il primo rivolto agli espositori e ai professionisti del settore è già visibile online sui profili social di EICMA, quindi un secondo filmato reso pubblico giovedì 5 novembre, giorno in cui era prevista l’apertura dei cancelli al pubblico, prima del rinvio.

Immagine: EICMA

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Eventi

EICMA 2020: un evento possibile?

In tabella tra 5 e 8 novembre
Sul portale di EICMA, l’importante esposizione milanese dedicata al variegato mondo delle due ruote, i giorni previsti restano quelli indicati