BMW R 18 Classic: una nuova tourer collegata alla tradizione [FOTO E VIDEO]

Parabrezza e dotazione per viaggiatori

BMW Motorrad introduce la R 18 Classic. Un esemplare tourer con un ampio parabrezza, fari supplementari di tipo LED, ruota frontale da 16 pollici, sella per il passeggero e borse morbide.

Design distintivo

Un aspetto essenziale, diretto e arricchito da altri elementi rimovibili nel caso della Classic, oltre ad aspetti estetici e tecnici identificativi come la veste cromatica con filetti bianchi, il serbatoio a goccia, le componenti in metallo, l’albero di trasmissione visibile e il telaio in acciaio con struttura a doppia culla. Connotative anche le superfici cromate, la targhetta cromata con scritta “First Edition” sulle coperture laterali e il logo sulla sella.
Le nuove R 18 saranno introdotte in fase di lancio nelle versioni R 18 Classic e R 18 First Edition e un modello standard riservato per alcuni mercati.
Un design che può essere personalizzato e riplasmato, rimuovendo ad esempio il telaio posteriore o intervenendo su altri elementi per adottare componenti personalizzate dalle collezioni Roland Sands Design “Machined” e “2-Tone Black”, ma anche selle derivanti dalla collaborazione con Mustang Seat o un impianto di scarico specifico sviluppato in partnership con Vance & Hines, come ricordato.

Caratteristiche tecniche

Base tecnica delle nuove BMW R 18 Classic e R 18 è un telaio in acciaio con struttura a doppia culla. Una struttura che richiama la tradizione costruttiva bavarese con aspetti interessanti tipo i giunti saldati tra i tubi in acciaio e le parti fuse o forgiate, considerando anche un sistema Cantilever retrostante. Il forcellone posteriore abbraccia l’asse di trasmissione posteriore tramite giunti bullonati, offrendo una visione ancora più caratterizzante.
La parte sospensiva delle nuove BMW R 18 Classic e R 18 non presenta opzioni di regolazione elettronica, considerando una forcella telescopica e un sistema di sospensione centrale montato direttamente con ammortizzazione progressiva e precarico della molla regolabile. Richiamando ancora la storica BMW R 5, i tubi della forcella risultano incamiciati. Il loro diametro ammonta a 49 millimetri, invece l’escursione della sospensione anteriore raggiunge i 120 mm e quella posteriore i 90 mm.
Visibile anche un robusto impianto frenante con un doppio disco frontale e un solo disco retrostante, oltre a una pinza fissa a quattro pistoncini. Spiccano anche delle caratterizzanti ruote a raggi. Altro aspetto fondamentale segnalato è la dislocazione delle pedane poggiapiedi “in posizione centrale”, alle spalle dei cilindri, favorendo una posizione di guida rilassata e allo stesso tempo attiva.

Tecnologia

Entrambe le versioni dono date di tre modalità di guida standard, optando tra “Rain”, “Roll” e “Rock” in base alla scelte del motociclista. Figurano anche un sistema ASC (Automatic Stability Control) escludibile, che rafforza la sicurezza di marcia e un controllo della coppia di trascinamento del motore (MSR). Tra gli optional citati un sistema Hill Start Control che agevola le partenze in salita e la retromarcia assistita.

Motore

Il motore bicilindrico “Big Boxer” è un altro elemento connotativo degli esemplari R 18. Spicca la cilindrata di 1.802 cc e la spinta massima risulta di 91 cavalli (67 kW) a 4.750 giri/minuto. Sono costantemente proposti più di 150 Nm di coppia da 2.000 a 4.000 giri/minuto.

Foto e video: BMW Motorrad

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati