Ducati V4 Granturismo: un quadro riassuntivo del propulsore [VIDEO]

Una diversa prospettiva della potenza

Ducati V4 Granturismo: un quadro riassuntivo del propulsore [VIDEO]Ducati V4 Granturismo: un quadro riassuntivo del propulsore [VIDEO]

Una danza di elementi completa il nuovo motore Ducati V4 Granturismo nel filmato proposto nell’occasione. Un cuore indirizzato sulla prossima Multistrada V4.

Le caratteristiche

La nuova unità motrice è stata anticipata attraverso quattro teoremi, dedicati ad altrettanti aspetti interessanti. Si inizia dalla compattezza anche rispetto all’unità V2 presente attualmente su Multistrada, valutando anche un peso più contenuto di 1,2 kg. Poi si segnala una potenza che raggiunge i 170 cavalli, rapportata a un’erogazione funzionale. Inoltre, dato altrettanto altisonante, un intervallo di controllo del gioco valvole a 60.000 km. Quindi una serie di innovazioni che impreziosiscono questa nuova forma di espressione.
Il motore composto da quattro cilindri a V disposti a 90° da 1.158 cm³, che ricorda il Desmosedici Stradale presente su Panigale V4 e Streetfighter V4, è pensato per trasmettere un carattere sportivo ma allo stesso tempo versatile. Un cuore valido nel panorama travel-enduro, più corto di 85 millimetri, più basso di 95 mm sebbene più largo di 20 mm rispetto a un propulsore Testastretta DVT.
Come accennato, la potenza massima risulta di 170 cavalli a 10.500 giri/minuto, mentre la coppia massima di 125 Nm a 8.750 giri/minuto. Omologazione Euro 5. Assieme al motore si segnala un cambio a sei marce con sistema Ducati Quick Shift Up & Down.
Fattori altrettanto caratterizzanti sono la disposizione sfalsata di 70° dei perni di manovella che associata allo schema dei cilindri propone un ordine degli scoppi “Twin Pulse”, lo smorzamento dei cilindri retrostanti con motore al minimo, la presenza di un albero controrotante e, in particolare, una nuova distribuzione con sistema di richiamo delle valvole a molla.

Foto e video: Ducati

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati