Auto e Moto d’Epoca: la nuova edizione dal 22 al 25 ottobre 2020

Alla Fiera di Padova

Auto e Moto d’Epoca: la nuova edizione dal 22 al 25 ottobre 2020Auto e Moto d’Epoca: la nuova edizione dal 22 al 25 ottobre 2020

Tre mostre, anteprime e diversi esempi storici della cultura motoristica a due e a quattro ruote. Dal 22 al 25 ottobre 2020 è in programma la nuova rassegna di Auto e Moto d’Epoca a Padova.

Informazioni

Cuore della manifestazione restano gli esemplari storici, anche considerando importanti anniversari. Tra collezionisti e club pulsa la passione per i classici intramontabili, con diversi marchi protagonisti della mobilità. Un luogo d’incontro anche per nuovi soci, per stabilire raduni e programmi. nell’occasione si ricordano anche i 110 anni di Alfa Romeo, gli 85 del marchio Jaguar, i 60 della Lancia Flavia e i 50 della Range Rover, citando alcuni nomi prestigiosi.
C’è spazio per i club storici, per gli stand dedicati al modellismo, per gli artigiani del restauro oltre al percorso arts&crafts, considerando editoria, abbigliamento vintage o sportivo, bauli storici o oggetti da collezione.
Non manca anche il mercato legato alle auto, con dealer specializzati e privati, spaziando tra auto classiche e instant-classic, oltre a vetture sognate perché rivoluzionarie nel loro tempo. Un variegato raggruppamento di esempi di tecnica e design, oltre a tutta una serie di oggetti e pezzi nel padiglione dedicato ai ricambisti.
Tra gli aspetti citati, parlando di moto, il lancio italiano della BMW R 18. La nuova custom cruiser del marchio bavarese. In evidenza anche l’anteprima europea della nuova Mercedes S e la presenza della nuova Bentley Bentayga, come segnalato.
Interessanti poi tre mostre che arricchiscono questa manifestazione, partendo da “L’ordinario diventa straordinario”. Un’esposizione organizzata insieme ad Aci Storico al padiglione 3 che annovera dieci esemplari unici, prototipi da competizione e bolidi che hanno permesso di siglare record collegati da un comune denominatore: sono tutti di origine italiana. Tra questi il Bisiluro Tarf di Piero Taruffi, il Nibbio di Lurani, la D46 che Nuvolari condusse senza volante e altri modelli frutto della genialità di artigiani italiani.
Per gli amanti delle due ruote, poi, c’è uno spazio dedicato all’epopea delle moto sportive, osservando la mostra “L’uomo che ha sconfitto i giganti”. Ben venti modelli giunti dalla collezione delle Moto dei Miti di Genesio Bevilacqua. Si richiama la storia dell’Althea Racing, una formazione indipendente che ha saputo confrontarsi con le grandi realtà motociclistiche internazionali, conquistando in cinque occasioni dei titoli in Superbike e Superstock.
La terza esposizione è dedicata ai prototipi Porsche, in un arco di 30 anni, a distanza di 50 anni dal successo del 1970 a Le Mans.

Immagine: Auto e Moto d’Epoca

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati