Moto Trainer: il rivoluzionario simulatore moto made in Italy [FOTO e VIDEO]

Lo abbiamo provato per voi insieme al due volte campione del mondo Manuel Poggiali

Quattro ruote spostano il corpo, due muovono l’anima: una frase che si addice perfettamente a tutti gli appassionati di moto, che siano piloti professionisti o semplici amatori, e che trova massimo riscontro nella guida in pista. Un’attività emozionante, ma non sempre possibile a causa di costi e rischi elevati senza un’adeguata preparazione. Per questo nasce Moto Trainer, uno dei più avanzati simulatori di guida moto attualmente in commercio, interamente realizzato in Italia.  Abbiamo avuto il piacere di testarlo lo scorso 4 ottobre durante il corso di guida veloce organizzato a Roma, con un istruttore d’eccezione: il due volte campione del mondo Manuel Poggiali.

Moto Trainer: rivoluzione tutta italiana

Cos’è Moto Trainer? Si tratta di un simulatore estremamente realistico inventato dal toscano Andrea Lombardi, CEO dell’azienda, e sviluppato da tecnici del settore motociclistico e piloti esperti. Moto Trainer risulta l’unico simulatore attualmente sul mercato ad utilizzare una vera moto (anche la propria) e permette di raggiungere angoli di piega fino a 50°; i motori elettrici (di cui uno collegato alla forcella) e gli ammortizzatori regolabili riproducono, inoltre, alcune sensazioni come il trasferimento di carico sull’avantreno in staccata e l’effetto raddrizzante alla riapertura del gas.  Il vantaggio per l’utente è duplice: da un lato il sistema risulta estremamente utile per allenare muscoli specifici utilizzati nella guida veloce in moto; dall’altro, potendo correre virtualmente sulla maggior parte dei circuiti del mondo, si possono memorizzare in totale sicurezza punti di frenata e di inserimento in curva e analizzare le proprie sessioni con un’accurata telemetria (acceleratore, freno, angolo di piega, cambio). Inoltre, Moto Trainer permette di migliorare la posizione in sella e risulta una soluzione ideale anche per allenarsi durante la stagione invernale. Ovviamente il simulatore può essere utilizzato anche da semplici appassionati in un’ottica di divertimento / intrattenimento, essendo compatibile con Xbox e PC.

Il corso di guida veloce con Manuel Poggiali

Abbiamo avuto l’onore di partecipare al corso di guida veloce tenutosi a Roma presso la scuola Moto Omnia Regit, ovviamente su Moto Trainer, con un istruttore d’eccezione: stiamo parlando di Manuel Poggiali, due volte campione del mondo, nel 2001 in classe 125 con Gilera e poi nel 2003 in 250 con Aprilia; proprio un’Aprilia 250 è stata il mezzo utilizzato durante il formativo evento, che ha permesso agli iscritti di affinare la propria tecnica tra i cordoli e correggere tutti quegli errori difficilmente riscontrabili senza l’analisi di un coach esperto. Dopo una sessione teorica, il campione ha assistito singolarmente ogni partecipante per alcuni giri sulla pista di Misano, consigliando corretta posizione in sella, gestione di freno e acceleratore e impostazione delle curve e confrontando poi la telemetria con quella del suo giro ideale.

L’evento si è concluso con un divertente e impegnativo contest al Mugello utilizzando il software Bike Sim Experience: ogni partecipante ha avuto a diposizione 3 giri per cercare di segnare il miglior tempo. Con un best lap di 2’04” è stato proprio chi vi scrive ad aggiudicarsi il primo premio, consegnato personalmente dal campione sammarinese!

Per chi volesse provare le stesse emozioni può ancora iscriversi ai prossimi corsi 2020. Di seguito le date disponibili:

  • 7 novembre Como
  • 8 novembre Bergamo
  • 28 novembre Bologna (sold out)
  • 29 novembre Bologna

Per tutte le altre informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale https://www.mototrainer.it/

Simulatore Moto Trainer: specifiche tecniche

Dimensioni:

Il Moto Trainer occupa un’area di 240 x 240 cm quando in funzione;

Mentre per essere trasportato su un pallet è 126 x 100 x 100cm.

Facilmente spostabile grazie alle ruote in dotazione.

Peso complessivo:

MT Basic e Professional, circa 200kg;

MT Simulator, circa 250kg.

Tempo:

Montaggio della struttura: 30 minuti

– Installazione/disinstallazione moto: 5 minuti

– Installazione sensori: 20min

– Accesso a tutti i circuiti del mondo

– Piena compatibilità con tutte le moto sportive grazie all’interasse regolabile

 

Leggi altri articoli in Guida sicura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati