Mercato dei veicoli a due ruote, ANCMA: a settembre +30%

Crescita che prosegue da quattro mesi

Mercato dei veicoli a due ruote, ANCMA: a settembre +30%Mercato dei veicoli a due ruote, ANCMA: a settembre +30%

Positivo il dato relativo al mercato dei mezzi a due ruote anche nel mese di settembre 2020. Segnalato +30% sullo stesso mese dello scorso anno.

I dati

“È innegabile che le due ruote siano il mezzo di trasporto dell’anno: da quattro mesi infatti il mercato di quelle a motore continua a crescere insieme a un rinnovato desiderio degli italiani, che era già molto promettente prima del lockdown. Non solo bici, per cui prevediamo un 2020 che chiuderà con oltre 2 milioni di pezzi venduti, ma anche moto, scooter e ciclomotori vengono scelti sempre di più come soluzione di mobilità individuale e come un fruibile strumento di svago e divertimento”, il commento di Paolo Magri, presidente di ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori).
Riprendendo i dati e considerando i primi nove mesi, si nota un graduale recupero dei volumi dal precedente lockdown. Il totale immatricolato risulta di 184.178 veicoli, con perdite rispetto allo stesso periodo del 2019 del 7,15%. Parlando di scooter, risultano 105.622 i mezzi immatricolati con una perdita del 5,81%. Mentre passando alle moto si evidenzia un calo percentuale corrispondente a 8,9% sul 2019, calcolando 78.556 immatricolazioni. Più contenuto il decremento dei ciclomotori corrispondente a 1,64% e 14.973 mezzi commercializzati. Nel complesso, tenendo presente i primi nove mesi del 2020, sono stati venduti 199.151 mezzi in totale, con un calo corrispondente al 6,76%.
A settembre i veicoli immatricolati con cilindrata superiore a 50 cc sono stati 23.646, registrando l’accennato incremento del 30% rispetto a settembre del 2019. Protagonisti gli scooter con 14.947 vendite e una crescita del 32,85%. Buono anche il progresso delle moto con 8.699 immatricolazioni e un incremento del 25,54%. Così come interessante è il progresso dei ciclomotori con 2.281 veicoli e un aumento del 29,16%. In generale, notando immatricolato e ciclomotori, una crescita del 30% e 25.927 unità immesse.
Valutando il prospetto per cilindrata, tra gli scooter restano al vertice i 125 cc con 42.330 veicoli e un calo del 2%. Flessione più netta per le cilindrate 300-500 cc che dall’inizio dell’anno risentono di una flessione del 12% con 36.463 mezzi. In successione le cilindrate 150-250 cc con 17.815 veicoli e una diminuzione del 3,2%. Negativo anche il prospetto dei maxi scooter oltre i 500 cc, con 9.014 mezzi e un calo dello 0,2% .
Passando alle moto, nonostante una diminuzione annua del 22,8%, svettano sempre le cilindrate 800-1000 cc con 18.805 veicoli. Seguono le cilindrate oltre 1.000 cc con 18.201 unità e una diminuzione del 10,5%, quindi le moto da 300-600 cc con 14.937 veicoli e un calo del 2,44%, le cilindrate 650-750 con 14.407 mezzi e un incremento del 2,84%, gli esemplari fino a 125 cc con 9.959 veicoli e -0,87% rispetto allo scorso anno, infine le cilindrate 150-250 cc con 2.247 unità e un valore positivo del 3,97%.
Nel prospetto per segmenti svettano sempre le naked con 31.102 unità e un decremento del 6%. Seguono le enduro con 27.967 mezzi e un calo del 9%, le moto da turismo con 9.375 veicoli e una flessione dell’11,8%, le custom con 3.676 moto e -17,2%, le sportive con 3.507 unità e -10,8%, quindi supermotard e trial con 2.813 veicoli e -13,2%, riportando sempre i dati.
In crescita il raggruppamento elettrico. A settembre registrati nel complesso 1.927 ciclomotori e moto di questa tipologia con un incremento del 435%. Nei primi nove mesi del 2020 7.734 mezzi e un progresso complessivo del 128,4%, come segnalato.

Foto di repertorio

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati