Honda CB125F 2021: l’aggiornata versatile entry-level [FOTO]

Minor peso e omologazione Euro 5

Ridefinita, più leggera e affinata nelle prestazioni. La rinnovata Honda CB125F rappresenta la proposta entry-level nel panorama motociclistico firmata dalla casa giapponese.

Caratteristiche

Riconoscibile dalla compattezza, meno pesante di 11 kg. Presenta un telaio nuovo, un design aggiornato con cruscotto digitale e luci a LED, quindi un propulsore eSP (Enhanced Smart Power) raffreddato ad aria. Al modello sono collegati 19 domande di brevetto depositate ed è realizzato nell’impianto Honda di Atessa (CH).
Il telaio è tubolare in acciaio ad alta resistenza con un peso contenuto di 1,7 kg, abbracciando il motore in una struttura a spina dorsale. La geometria propone equilibrio tra comfort e stabilità, secondo le indicazioni. Favorisce una posizione di guida eretta e rilassata, considerando i poggiapiedi in posizione avanzata e un manubrio esteso, oltre alla sella sviluppata per accogliere due persone rialzata di 15 millimetri, ora a 790 mm da terra. Figurano anche un ampio maniglione e un cavalletto centrale.
L’aspetto rimanda alla gamma CB, osservando ad esempio lo sviluppo del serbatoio e i convogliatori con finiture argentate, ricordando le Neo Sports Café. Il cupolino anteriore e il parabrezza fumé sono invece richiami di CB500F. Come accennato sono presenti una luce frontale a LED, un quadro strumenti digitale, oltre a un segnale ECO legato a un tipo di guida più efficiente. Tra gli altri aspetti tecnologici anche un pulsante di avviamento/arresto è un interruttore integrato, oltre a un interruttore abbaglianti/lampeggio.
Forcella, ruote da 18 pollici a razze sdoppiate, cuore propulsivo e scarico con rinnovato terminale dotato di scudo termico cromato risultano di colore nero, contrastanti con le tinte abbinate. Visibili anche particolari in rosso brillante localizzati sulle molle degli ammortizzatori e sulla pipetta della candela, così come spiccano sia un logo Honda in 3D sui convogliatori, sia il design di specchietti e indicatori direzionali.
L’interasse ammonta a 1.280 mm, con un peso incluso il pieno di 117 kg (-11 kg rispetto al modello precedente). L’inclinazione del cannotto di sterzo è impostata a 26* e l’avancorsa misura 92,4 mm.
La ciclistica comprende una forcella telescopica con steli di 31 mm e doppi ammortizzatori posteriori sono regolabili nel precarico su 5 posizioni. L’impianto frenante è composto da un disco freno anteriore da 240 mm abbinato a una pinza a due pistoncini, invece dietro un tamburo da 130 mm. Indicato un sistema è di tipo CBS (Combined Braking System), cioè pur con un’azione frenante che richiama il sistema posteriore. K’azione include parzialmente anche l’asse anteriore. Le coperture sono di dimensione 80/100 davanti e 90/90 dietro, come segnalato.

Motore

Il nuovo propulsore eSP (Enhanced Smart Power) è monocilindrico, monoalbero (SOHC) a 2 valvole, da 124 cc e raffreddato ad aria, così come Euro 5. Pensato per proporre costanza e prestazioni sulle strade urbane. Il risultato di un lavoro attento sulle diverse soluzioni che riducono gli attriti interni e sulle componenti impiegate. Si è partiti dal peso, dato che il nuovo cuore risulta meno pesante di 7 kg, rispetto al precedente. Il cilindro è disassato, dunque il pistone raffreddato da un getto d’olio indotto dal basso. Il lavoro delle valvole è collegato all’azione di bilancieri a rullo con cuscinetti ad aghi. Alesaggio e corsa sono rispettivamente a 50 x 63,1 mm, mentre il rapporto di compressione di 10:1 (mentre prima i valori erano 52,4 x 57,8 mm e 9,2:1).
Compresi tra i vari aspetti anche un generatore di corrente alternata o alternatore (ACG) che coniuga necessità di energia elettrica e di avviamento, tenendo presente il già accennato risparmio di peso, oltre a un cambio a 5 marce con trasmissione finale a catena sigillata. Sviluppata una potenza massima di 11 cavalli (8 kW) a 7.500 giri/minuto (rispetto ai precedenti 7,8 kW a 7.750 giri/minuto) e una coppia massima di 10,9 Nm a 6.000 giri/minuto (in precedenza 10,2 Nm a 6.250 giri/minuto). Da fermi si raggiungono i 200 metri in 12,4 secondi, con un segnalato valore di consumo di 66,7 km/l, a fronte di un serbatoio di 11 litri.

Proposta

Disponibile nelle colorazioni Black, Pearl Cool White e Splendor Red.

Foto: Honda Motor Europe Ltd. Italia

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati