Kymco Downtown 350i TCS: dinamismo con Traction Control [FOTO]

Motore G5sc, 28,8 cavalli di potenza a 7.250 giri/minuto

Il controllo di trazione è uno degli aspetti indicati del Kymco Downtown 350i TCS.

Caratteristiche

La versione TCS presenta fari anteriori con luci a tubi di LED e dettagli cromati e nero lucido, oltre a lenti del faro posteriori in materiale trasparente non pigmentato. Citato anche un inserto protezione della marmitta nero lucido. In evidenza nuovi particolari argento nel retro scudo, oltre a un doppio vano portaoggetti e uno scomparto sottosella con luce di cortesia, che può accogliere due caschi integrali con apertura dal blocchetto multifunzione, come segnalato.
Il mezzo è lungo 2.250 millimetri, l’interasse misura 1.553 mm e l’altezza della sella ammonta a 775 mm. Questa è a due piani, plasmata con nuovi materiali e finiture riprendendo le informazioni.
Il telaio risulta in tubi di acciaio a piastre stampate. Figurano una forcella anteriore con steli da 37 mm ed escursione di 110 mm, quindi una sospensione retrostante monobraccio oscillante con doppio ammortizzatore idraulico gestibile nel precarico, con escursione di 108 mm.
L’impianto frenate è costituito da pinze a tre e a due pistoncini abbinate a dischi da 260 e 240 mm rispettivamente per zona anteriore e posteriore. Abbinato anche un sistema antibloccaggio Bosch Generazione 9 a doppio canale con l’ eventuale inserimento del sistema del controllo di trazione. Le ruote vestono pneumatici da 120/80 – 14 pollici davanti e 150/70 – 13 pollici dietro.

Tecnologia e TCS

Il quadro strumenti analogico/digitale presenta diversi indicatori. Figurano comandi al manubrio con manopole dotate di contrappesi nero lucido e un nuovo disegno grip full black. Entrambe le leve dei freni, come segnalato, sono regolabili nella distanza su quattro posizioni.
Il blocchetto di accensione multifunzione è tutelato da un sistema smart-lock, un’indicata blindatura meccanica.
La sigla TCS corrisponde a Traction Control System. Una soluzione elettronica che sostene il motociclista in accelerazione e soprattutto quando le condizioni dell’asfalto non sono ottimali o su bagnato.
In caso di scarsa aderenza, ravvisando differenze di velocità tra le due ruote o accelerazioni improvvise della parte posteriore, il Traction Control lavora assieme all’ABS a sostegno della sicurezza di marcia. Il sistema può essere eventualmente disattivato.

Motore

Il cuore G5sc (super charged) da 321 cc è monocilindrico a quattro tempi con raffreddamento a liquido. Si raggiunge una potenza di 28,8 cavalli (21,2 kW) a 7.250 giri/minuto (rispetto ai precedenti 7.500 giri/minuto), mentre la coppia di 30 Nm a 5.750 giri/minuto.
La distribuzione resta monoalbero a camme in testa a 4 valvole, con alesaggio e corsa di 75,3 mm x 72,0 mm. L’alimentazione è a iniezione elettronica e il serbatoio può contenere 12,5 litri.
Indicati: una trasmissione costituita da cinghia trapezoidale e ingranaggi, variatore continuo di velocità e frizione centrifuga automatica a secco.

Proposta

Disponibile nelle tinte blu verbania opaco e antracite scais opaco, il prezzo di listino al pubblico è 5.790,00 euro, scendendo a 4.890,00 euro con il contributo Kymco “Rottama Risparmiando”, come segnalato.
È possibile arricchire il mezzo con alcuni accessori originali Kymco, ad esempio: parabrezza completo a 165 euro; caricabatterie “K-Charge” a 66,44 euro; bauletto posteriore in tinta da 47 litri proposto a 189,00 euro o in colore nero goffrato a 150,00 euro; supporto bauletto a 74,00 euro; schienalino per bauletti da 47 litri a 33,93 euro (Prezzi al pubblico IVA inclusa), sempre riportando le informazioni.

Foto: Kymco

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati