BMW Motorrad: prosegue il viaggio di scoperta dei piloti Eugene Laverty e Tom Sykes [VIDEO]

BMW Welt e il versante Motorsport

BMW Motorrad: prosegue il viaggio di scoperta dei piloti Eugene Laverty e Tom Sykes [VIDEO]BMW Motorrad: prosegue il viaggio di scoperta dei piloti Eugene Laverty e Tom Sykes [VIDEO]

Continua il percorso degli alfieri del BMW Motorrad WorldSBK Team Eugene Lavery e Tom Sykes nel variegato mondo del BMW Group.

Seconda parte

Dopo i cenni storici riguardanti BMW e BMW Motorrad nel primo episodio proposto precedentemente, continua questo viaggio di scoperta del BMW Group facendo tappa presso il BMW Welt, uno dei principali luoghi visitati a Monaco di Baviera. Si ammirano nell’occasione creazioni collegate ad altre realtà del gruppo e spicca anche il lato sportivo del costruttore bavarese nelle competizioni a due e a quattro ruote.
I piloti, come notato nel precedente filmato, sono saliti in sella alla nuova R 18, la custom cruiser introdotta recentemente da BMW Motorrad.
Tra gli aspetti caratteristici del modello: un telaio in acciaio costituito da una struttura a doppia culla con giunti saldati tra i tubi in acciaio e parti fuse o forgiate. Figurano una forcella telescopica con copri forcella e una soluzione Cantilever posteriore con asse incorporato, proponendo l’effetto di un telaio rigido. Un ampio prospetto è consultabile in un precedente articolo del sito. Un’interessante interpretazione è anche la R 18 Dragster presentata ultimamente.
La moto è animata da un “Big Boxer” raffreddato ad aria di 1.802 cc. Si segnala una potenza che può raggiungere i 91 cavalli (67 kW) a 4.750 giri/minuto e da 2.000 a 4.000 giri/minuto si indicano oltre 150 Nm di coppia. Una forza da rapportare a un peso in ordine di marcia di 345 kg, in base alle informazioni. L’altezza standard del sedile risulta di 690 mm, il serbatoio può contenere 16 litri di carburante. Nel 2020 si ricorda anche il centenario del motore boxer.

Foto e video: BMW Motorrad

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati