Mercato delle due ruote, ANCMA: a luglio +25,7%

Il presidente Magri: "Andamento positivo dà fiducia al settore"

Mercato delle due ruote, ANCMA: a luglio +25,7%Mercato delle due ruote, ANCMA: a luglio +25,7%

Registrato un aumento a doppia cifra delle vendite di moto, scooter e ciclomotori a luglio. In percentuale +25,7%, come segnalato attraverso un comunicato proposto da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori), considerando lo stesso mese dello scorso anno.

Il mercato

L’immatricolato nel mese, tenendo presenti i mezzi con cilindrata superiore a 50 cc, ammonta a 36.824 esemplari. Luglio risulta il secondo mese per vendite dopo giugno in questo anno, alla luce di un incremento del 24,59%, a fronte del medesimo periodo dello scorso anno. In evidenza le moto con un aumento del 31,11% (15.040 mezzi venduti), quindi gli scooter con 21.751 unità (+20,48% rispetto a luglio 2019). Buono anche l’andamento dei ciclomotori (3.281 vendite e +17,3%). Il totale complessivo del mercato nel mese di luglio risulta dunque in crescita del 25,7%, dati i 40.105 esemplari accertati.
Nei primi sette mesi dell’anno si evidenzia un certo recupero, considerando il passivo di volumi collegato all’emergenza sanitaria pari a -14,63% e un totale di 143.746 veicoli. Stesso andamento di moto e scooter, rispettivamente con una perdita del 15,29%, corrispondente a 63.027 veicoli venduti e una flessione del 14,10% con 80.587 mezzi. Mentre per i ciclomotori con 11.264 pezzi venduti il calo risulta del 9,37%, riprendendo ancora i dati.

Cilindrate e segmenti

In base alle cilindrate, tra gli scooter svettano gli esemplari 125 cc con 29.935 mezzi (-15,55%). In successione gli scooter con cilindrata compresa tra 300 e 500 cc con 29.379 pezzi (-17,02%). Ridotte le perdite per i mezzi tra 150-250 cc con -11,76%, mentre il divario per i maxi scooter da oltre 500 cc risulta già recuperato, data una percentuale +0,8% e 7.918 veicoli registrati.
Tra le moto svettano sempre le cilindrate superiori a 1.000 cc viste le 15.395 vendite (-15,35%). Passando alle cilindrate 800-1.000 cc il dato risulta –28,35% e 15.325 unità. Seguono le moto tra 650-750 cc, dati 11.943 veicoli e -0,58%. Poi 300-600 cc con 11.608 veicoli e -11,4%, 125 cc con 7.137 mezzi e -13,11%. Infine i mezzi da 150-250 cc con 1.757 unità e in percentuale +2,98%.
Considerando i segmenti svettano sempre le naked (24.613 mezzi e -13,83%), seguite da enduro stradali (22.630 unità e -13,96%), moto da turismo (7.744 veicoli e -18,04%), custom (2.993 unità e -23,59%), sportive (2.914 mezzi e -15,95%) e trial/supermotard (2.182 veicoli e -21,9%).
Infine continua l’andamento positivo della proposta elettrica nei primi sette mesi con 4.700 vendite (+67,9% rispetto allo stesso periodo del 2019) .

Foto di repertorio

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati