Ecobonus moto elettriche, ANCMA: evidenziato il lavoro che amplia l’efficacia del provvedimento

Il presidente Magri: “Mercato con grandi potenzialità di crescita”

Ecobonus moto elettriche, ANCMA: evidenziato il lavoro che amplia l’efficacia del provvedimentoEcobonus moto elettriche, ANCMA: evidenziato il lavoro che amplia l’efficacia del provvedimento

Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) ha accolto positivamente l’annunciato avvio alla prenotazione dei contributi indicato dal Ministero dello Sviluppo economico, riguardante il cosiddetto Ecobonus collegato alle moto elettriche.

Informazioni

La conversione in legge del Decreto Rilancio ha reso attuative le misure che ridefiniscono i contributi dell’Ecobonus destinati all’acquisto di moto, scooter, ciclomotori, tricicli e quadricicli di tipo elettrico. Nello specifico le percentuali dell’Ecobonus, che può essere richiesto sino al 31 dicembre 2020, coprono adesso il 30% del prezzo d’acquisto, fino a massimo 3.000 euro senza rottamazione e il 40% del prezzo d’acquisto sino a massimo 4.000 euro con rottamazione, come emerso.
Si ipotizza un interesse prevalente per i ciclomotori, considerando il loro uso urbano, associato anche ai servizi di sharing nelle più grandi metropoli italiane, a differenza di moto e scooter con numeri più contenuti.
“L’obiettivo dell’associazione era quello di dare la possibilità anche a chi non avesse un mezzo obsoleto da rottamare di godere di questo incentivo, in modo da poter sviluppare un mercato che ha ancora grandi potenzialità di crescita”, come segnalato dal presidente di ANCMA, Paolo Magri.
Considerando il mercato, nei primi sette mesi del 2020, pur tenendo presente il periodo di lockdown, sono stati immatricolati 2.166 ciclomotori (+36% sul 2019) e 1.798 tra scooter e motocicli (+158%, sempre rispetto all’anno precedente). Un ulteriore incremento a fronte dei valori accertati nel 2019, un anno già piuttosto “dinamico” visti i 4.031 ciclomotori venduti (+38%) e 1.796 motocicli e scooter, pari a un +185% rispetto al 2018. Tenendo presenti numeri ancora contenuti, se si considerano mercati come Francia, Spagna e Olanda, si evidenzia comunque l’incidenza dei veicoli elettrici in base al totale del mercato dei veicoli motorizzati a due ruote in Italia, più del doppio superiore a fronte di quello automobilistico, riprendendo ancora le informazioni.

Foto di repertorio

Leggi altri articoli in Mobilità elettrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati