Gruppo Piaggio: indicazioni sul primo semestre del 2020

Esaminata e approvata la relazione finanziaria semestrale

Gruppo Piaggio: indicazioni sul primo semestre del 2020Gruppo Piaggio: indicazioni sul primo semestre del 2020

I ricavi netti consolidati del Gruppo Piaggio sono risultati pari a 600,1 milioni di euro, in contrazione del 26,5% a fronte di 817 milioni di euro registrati al 30 giugno 2019, tenendo presente il lockdown e la chiusura delle attività produttive e commerciali per diverse settimane in diverse realtà mondiali. Investimenti per 52,8 milioni di euro (60,4 €/mln al 30.06.2019). Nel primo semestre del 2020 il Gruppo Piaggio ha registrato un utile netto positivo per 9,1 milioni di euro (34,6 milioni di euro nel primo semestre 2019), come emerso dal comunicato trasmesso collegato alla riunione del Consiglio di Amministrazione di Piaggio & C. S.p.A. (PIA.MI), sotto la presidenza di Roberto Colaninno, che ha valutato e approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020.

Informazioni e segmenti

Dai dati indicati al 30 giugno 2020, il Gruppo Piaggio ha venduto complessivamente a livello globale 210.300 veicoli (321.500 nel primo semestre 2019) con ricavi consolidati per 600,1 milioni di euro. Al subentrare dell’emergenza sanitaria, vi è stata una flessione delle vendite nei diversi mercati. Un calo apparso più contenuto in Asia Pacific 2W (-9,6%), invece nelle aree Emea e Americas ed in India vi è stata una flessione nel numero dei veicoli venduti rispettivamente del 22,2% e del 56,9%.
Sino al 30 giugno 2020, il Gruppo ha venduto a livello globale 163.000 veicoli a due ruote (-24,5% rispetto a 215.900 al 30 giugno 2019) con un fatturato netto di 467,6 milioni di euro (-19,8% rispetto ai 583,4 milioni di euro al 30 giugno 2019). Il valore comprende ricambi e accessori con un fatturato pari a 53,6 milioni di euro.
La flessione complessiva è legata principalmente ai decrementi nei mercati Emea e Americas (-20,5% volumi; -21,5% fatturato) ed in India (-58,4% volumi; -49% fatturato). L’area Asia Pacific è riuscita a contenere la flessione (-9,6% volumi; -4,7% fatturato; -6,4% a cambi costanti).
Confermata la leadership in Europa del Gruppo Piaggio nel segmento scooter con una quota del 24,1%, mantenendo un interessante posizionamento sul mercato nordamericano degli scooter con una quota del 23,9%. In Nord America il Gruppo punta a consolidare la propria presenza anche nel panorama moto, tramite Aprilia e Moto Guzzi, come segnalato.
Vendite in crescita nel settore scooter per Vespa in diversi Paesi asiatici, tra cui la Cina e un incremento delle vendite dell’esemplare a ruota alta Piaggio Medley.
Passando alle moto, è stata accertata una sostanziale tenuta delle vendite della Moto Guzzi V85TT e delle Aprilia RS 125 e Shiver.
Nell’ambito dei veicoli commerciali, il Gruppo Piaggio ha venduto nel periodo in esame 47.300 unità (-55,2% rispetto a 105.700 al 30 giugno 2019). Un fatturato netto pari a 132,4 milioni di euro (-43,3% rispetto ai 233,5 milioni di euro al 30 giugno 2019), compresi ricambi e accessori, registrando un fatturato di 17,5 milioni di euro.
Nelle aree Emea ed Americas la flessione delle vendite è stata pari al 45%, in India il Gruppo ha segnalato una diminuzione delle vendite del 56,3%. La consociata indiana PVPL ha commercializzato sul mercato indiano delle tre ruote 36.946 unità (81.723 nel primo semestre 2019), su una quota complessiva del mercato indiano dei 3 ruote del 26,1%, in crescita di 1,3 punti percentuali rispetto al 2019, consolidando la leadership nel segmento del trasporto merci (cargo) con una quota di mercato del 48,3%, in crescita rispetto alla quota di 44,3% al 30 giugno 2019.
Il Gruppo Piaggio è impegnato anche nel progetto di sviluppo e realizzazione di una nuova gamma di veicoli commerciali leggeri a quattro ruote, il nuovo Porter. Un mezzo realizzato nello stabilimento italiano di Pontedera e, in linea con le tempistiche del programma, la partenza delle attività è programmata entro la fine dell’anno. Inoltre c’è Piaggio Fast Forward (PFF), la società del Gruppo Piaggio con sede a Boston focalizzata sulla robotica e mobilità del futuro, con la commercializzazione del primo progetto Gita, un robot carrier della tipologia “follow me” che può trasportare pesi fino a 20 kg e seguire il proprietario in ambienti interni ed esterni, raggiungendo una velocità massima di 10 chilometri orari, con un’autonomia di 4 ore, come segnalato. Il progetto è viene realizzato nello stabilimento di Piaggio Fast Forward nel quartiere Charlestown, a Boston. La commercializzazione è sviluppata in una prima fase nel solo mercato statunitense, dove la circolazione di robot sulle strade di città è già disciplinata, come indicato.

Foto di repertorio

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati