Incidenti stradali, Istat: numero di morti in calo nel 2019, ma tra le vittime in aumento ciclisti e motociclisti

In diminuzione del 4,8% rispetto al 2018

Incidenti stradali, Istat: numero di morti in calo nel 2019, ma tra le vittime in aumento ciclisti e motociclistiIncidenti stradali, Istat: numero di morti in calo nel 2019, ma tra le vittime in aumento ciclisti e motociclisti

Gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia sono stati 172.183 nel 2019, un lieve calo rispetto al 2018 (-0,2%), tenendo presenti 3.173 vittime (morti entro 30 giorni dall’evento) e 241.384 feriti (-0,6%) come segnalato, riprendendo i dati Istat. In calo il numero di morti, ma risultano in aumento tra le vittime ciclisti e motociclisti.

Il prospetto

La distrazione alla guida, il mancato rispetto della precedenza e la velocità eccessiva, considerando complessivamente il 38,2% dei casi, appaiono le cause più frequenti. In aumento rispetto al 2018 le violazioni al Codice della Strada, tra le più accertate il mancato rispetto della segnaletica o l’utilizzo del cellulare mentre si guido. Aumentano le contravvenzioni per guida in stato di ebbrezza, come segnalato.
Per il secondo anno consecutivo, dopo l’aumento registrato nel 2017, il numero dei morti cala rispetto al 2018. Si segnala un valore -161, corrispondente a -4,8%. Il livello minimo nell’ultima decade, secondo le indicazioni.
In aumento le vittime tra ciclisti (253; +15,5%) e motociclisti (698; +1,6%), riprendendo ancora le informazioni. L’elevato incremento percentuale tra i ciclisti, in particolare su strade statali nell’abitato e fuori città, è collegato a un aumento degli incidenti stradali in cui sono coinvolti utenti in bicicletta (+3,3%), così come un utilizzo più diffuso del mezzo del 25% nel 2019 a fronte di un aumento delle vendite di bici del 7% in più nel 2019 rispetto al 2018, riprendendo ancora le informazioni.
Calano i valori collegati ad altre categorie come pedoni (534; -12,7%), ciclomotoristi (88; -18,5%), occupanti di veicoli per il trasporto merci (137; -27,5%) e automobilisti (1.411; -0,8%) e nel 2019 decresce il numero delle vittime nei diversi ambienti stradali, dalle autostrade considerando anche tangenziali e raccordi autostradali con un calo del 6,1% e 310 vittime, quindi sulle arterie urbane del 5,0% rispetto al 2018 con 1.331 morti e sulle strade extraurbane del 4,4% e 1.532 vittime.

Foto di repertorio

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati