Ducati Superleggera V4: focus sul progetto [VIDEO]

Fibra di carbonio e altri aspetti

Ducati Superleggera V4: focus sul progetto [VIDEO]Ducati Superleggera V4: focus sul progetto [VIDEO]

Un altro interessante prospetto della Ducati Superleggera V4. La scelta e l’impiego dei materiali, l’idea e la definizione dell’esclusiva sportiva.

Potenza e leggerezza

Nel filmato figura Leonardo Bagnoli, Ducati Head of Vehicle Simulation.
In tutto 500 esemplari. In evidenza gli elementi impiegati, in particolare l’uso di fibra di carbonio per telaio, forcellone e ruote, e anche l’adozione di titanio e magnesio per altre parti. Scelte che consentono di contenere il peso. Caratterizzante anche la firma luminosa di un progetto che presenta caratteristiche distintive ed esclusive, guardando anche l’impostazione aerodinamica e le appendici biplano che richiamano gli studi fatti sulla Ducati MotoGP 2016. Il carico verticale risulta di 50 kg a 270 km/h (20 Kg in più a confronto con la soluzione adottata sulla nuova Panigale V4 e sulla Panigale V4 R), oltre alla meccanica e all’elettronica.

Si indica una potenza di 224 cavalli grazie all’azione di un motore Desmosedici Stradale R V4 di 90° da 998 cc, la cui massa risulta contenuta, associato a uno scarico omologato Akrapovič. Si può raggiungere un valore di 234 cavalli adottando una soluzione Akrapovič in titanio compresa nel Racing Kit. Considerando un peso a secco di 159 kg, il rapporto potenza/peso di base risulta di 1,41 CV/kg. Mentre con l’accennato Racing Kit, dati i 234 cavalli di potenza e un valore di peso di 152,2 kg, il rapporto indicato diventa di 1,54 CV/kg, come segnalato.

Foto e video: Ducati

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati