Yamaha YZ250F e Monster Energy Edition di YZ250F e YZ450F: nuovi modi per competere [FOTO E VIDEO]

Novità per il 2021

Il rinnovamento del grintoso esemplare Yamaha YZ250F e le Monster Energy Edition di YZ250F e YZ450F rappresentano un nuovo livello di sfida.

La nuova Yamaha YZ250F 2021

L’esemplare presenta un telaio rivisto, sospensioni aggiornate, nuovi freni e tecnologie digitali, oltre a un propulsore ottimizzato.
Distintivo il colore blu, osservando anche le nuove cover Icon Blue e tabelle coordinate porta numero anteriore e laterali. Figurano in blu anche cerchi, testata e altri dettagli del propulsore.
Il telaio della rinnovata YZ250F, considerando fattori come agilità e maneggevolezza, risulta a doppio trave in alluminio che, seppure ricordi esteticamente il precedente, include diverse modifiche che rafforzano le prestazioni dell’esemplare anche sul piano della maneggevolezza, come accennato. Benefici legati alla messa a punto dei livelli di rigidità del telaio nei punti nevralgici. Ridisegnati anche altri elementi come la piastra forcella superiore, i supporti per il manubrio e perno ruota anteriore. Inoltre per favorire un’efficace posizione di guida, il manubrio è collocato più avanti, ottenendo così maggior carico all’avantreno dato lo spostamento del peso corporeo sulla ruota anteriore, quando richiesto. I risers sono collocati su una nuova piastra superiore più leggera con un rivisto bilanciamento della rigidità, attenuando lo stress per le braccia del pilota. Più leggere anche le rinnovate pedane poggiapiedi in acciaio cromato. Stesso discorso per il perno ruota anteriore, ottenendo un peso di 106 kg con serbatoio del carburante da 6,2 litri pieno e 0,95 litri di olio motore. Appena 3 kg in più rispetto alla YZ250 a 2 tempi, come segnalato.
La parte ciclistica include una forcella anteriore KYB® a molla elicoidale e dietro un sistema a leveraggio progressivo con ammortizzatore KYB® Monocross. Gli aggiornamenti interessano le regolazioni della forcella anteriore KYB® rielaborate per uno smorzamento più progressivo lungo l’escursione. Quindi al retrotreno delle regolazioni rivisitate per l’ammortizzatore KYB®, mirando a una ridotta reazione al saltellamento.
L’impianto frenate comprende una pinza anteriore riplasmata del 30% più rigida con pistoni di diametro superiore e nuove pastiglie, oltre a un nuovo disco anteriore da 270 mm con il 16% di superficie di appoggio in più, senza aggravio di peso secondo le informazioni. Ridefinita anche la pinza del freno retrostante associata a un nuovo disco posteriore da 240 mm, con un peso più contenuto di 120 g.

Tecnologia e potenza

In evidenza anche la tecnologia digitale Power Tuner che permette ai piloti di esemplari YZ250F e YZ450F una gestione personalizzata dei parametri legati al motore utilizzando il proprio dispositivo mobile. È possibile scaricare l’app Power Tuner per dispositivi IOS o Android, connettersi all’esemplare YZ250F per apportare le modifiche scelte. Tramite l’app Power Tuner, inoltre, i piloti possono stabilire le proprie impostazioni, registrare le informazioni sul log delle gare, valutare differenti dati come la diagnostica del sistema, il tempo di esecuzione e la manutenzione, quindi condividere i log e le impostazioni di gara e un pulsante sul manubrio permette di scegliere la mappa desiderata tra le due proposte.
Ridefinito il motore a 4 valvole da 250 cc nelle sue componenti, affinando la centralizzazione delle masse ed efficienza di aspirazione. Tra gli interventi: un nuovo albero a camme di scarico con un profilo rivisto che attenua la sovrapposizione delle valvole, oltre a impostazioni migliorate per l’iniezione di carburante e un nuovo sistema di aspirazione ad alta efficienza rivolta in avanti della YZ250F con airbox ridefinito, condotto di aspirazione accorciato di 20 mm per ottimizzare il flusso aria in ingresso e un nuovo coperchio dell’airbox collocato nella parte anteriore della sella. Citata una scatola frizione riplasmata e più resistente con pareti più spesse e un cambio con 3°, 4° e 5° rapporto ridisegnati in aspirazione e scarico affinandone le prestazioni. Le marce selezionate risultano pallinate. Infine un nuovo scarico per prestazioni incrementate ad alti regime di giri. Una soluzione più estesa di 70 mm rispetto al modello antecedente.

La gamma Yamaha Off Road Competition 2021

Gli esemplari con propensione off-road sono differenti e rivolti a una platea diversificata. I modelli di partenza con i motori a 2 tempi raffreddati a liquido e telaio ad alte specifiche sono le YZ65 e YZ85, invece la YZ125 è studiata per appassionati adolescenti prima di un salto generazionale sulla citata YZ250F e la ridefinita YZ450F. Parlando di modelli a 2 tempi c’è la YZ250, noto esemplare del segmento motocross.
Si ricordano anche la mini-moto PW50, concetto di cui si celebrano nel 2020 i 40 anni, con motore a 2 tempi e trasmissione ad albero completamente automatica rivolta a tante giovanissime promesse. L’altra mini-moto TT-R50E risulta equipaggiata con un compatto propulsore da 50 cc a 4 tempi, frizione automatica e cambio a tre marce per bambini dai 4 ai 7 anni.
Rivolta a un’utenza variegata tenendo presente la sella ribassata e la semplice ergonomia figura poi la TT-R110E sempre a 4 tempi e semiautomatica, studiata per il tempo libero, così come la versatile TT-R125 è dotata di uno stile motocross e sospensioni a lunga escursione. Un esemplare con motore da 125 cc a 4 tempi e cambio manuale a 5 marce.
Parlando di accessori originali Yamaha si cita la gamma GYTR® di componenti da competizione ad alte prestazioni e kit completi da corsa per il motore, elencando anche una linea di abbigliamento motociclistico MX e la collezione Paddock Blue di capi casual, come ricordato.

La rinnovata YZ450F

Ridisegnata nel 2020 con un nuovo motorino di avviamento elettrico più compatto e un telaio a doppio trave in alluminio meno pesante, oltre a varie differenti modifiche; la YZ450F 2021 presenta una nuova scocca Icon Blue con pannelli anteriori e laterali coordinati, le caratteristiche già introdotte e motore, testata, telaio e aspetti tecnologici aggiornati. Un Launch Control System di Yamaha permette ai piloti di scattare in modo più fluido e rapido, come segnalato, gestendo le prestazioni in pista tramite la connettività wireless e l’app gratuita Yamaha Power Tuner.
Si evidenziano anche sospensioni KYB® con specifiche premium e un telaio leggero in alluminio in funzione della maneggevolezza ad alte e basse velocità, animato da un motore high-tech a 4 valvole da 450 cc.

Le nuove Monster Energy Edition per YZ250F e YZ450F

Ricordando il lavoro in MXGP e MX2, poi, si segnala il lancio di YZ250F Monster Energy Edition e YZ450F Monster Energy Edition. Esemplari riconoscibili dalla scocca nera e blu con l’esclusiva grafica Monster Energy, un aspetto grintoso che rimanda alle moto del Grand Prix team Yamaha con specifiche tecniche dei modelli standard, come precisato.

Disponibilità

Per Yamaha YZ450F da giugno 2020, per YZ450F Monster Energy Edition da settembre 2020 mentre per YZ250F e YZ250F Monster Energy Edition da ottobre 2020, riprendendo le indicazioni.

Video: Yamaha Motor Europe
Foto: Yamaha Motor

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati