Yamaha Ténéré 700 Rally Edition: veste caratterizzante e specifiche connotative [VIDEO]

Ricordando i protagonisti della Dakar

Yamaha Ténéré 700 Rally Edition: veste caratterizzante e specifiche connotative [VIDEO]Yamaha Ténéré 700 Rally Edition: veste caratterizzante e specifiche connotative [VIDEO]

Ténéré è un nome iconico della proposta adventure firmata Yamaha. Un’evoluzione estetica e dinamica dal 1983, considerando gli storici colori blu e giallo e il blocco motore Yamaha scuro. Ténéré 700 Rally Edition ricorda proprio i successi, le sfide e i volti della Dakar legati al brand giapponese. Una veste distintiva ed esclusiva di questa Rally Edition, ma anche specifiche di riferimento, con componenti leggere protettive e un dinamismo che ricorda proprio i rally raid, come accennato.

Caratteristiche

L’esemplare Yamaha Ténéré 700 è frutto di un intenso sviluppo, con l’importante parere di piloti di rally raid. Un progetto che presenta un telaio in acciaio a doppia culla compatto e un propulsore bicilindrico CP2 da 689 cc. Realizzata in Francia assieme all’esemplare già introdotto, Ténéré 700 Rally Edition è rivestita da una peculiare livrea Sky Blue, una combinazione di blu e giallo che rievoca i modelli da competizione condotte da JCO e Serge Bacou negli anni ’83 e ’84. Un rimando anche al design iconico della XT600Z risalente al 1983. Inoltre le grafiche nere Yamaha speedblock accentuano l’aspetto, ricordando proprio il passato alla Dakar.
Tra gli aspetti interessanti anche diverse componenti per una protezione del telaio più elevata sui tratti fuoristrada. Sviluppata con alluminio spesso 4 millimetri, la piastra paramotore tutela propulsore e telaio con un punto di fissaggio per la scatola degli attrezzi. Figura anche una protezione per il radiatore in alluminio nera, studiata per prevenire l’ingresso di fuscelli o ghiaia, oltre a una protezione in alluminio della catena sagomata col laser, come segnalato.
Il frontale, che rimanda ai modelli da rally, presenta quattro fari e frecce compatte a LED. Inoltre si citano: sospensioni regolabili anteriori e posteriori a lunga escursione, sistema ABS disattivabile con regolazione immediata e ruote a raggi da 21 pollici / 18 pollici con pneumatici adventure. Segnalate anche funzionali manopole da fuoristrada e tamponi antiscivolo, offrendo grip al ginocchio e all’interno della coscia durante le accelerazioni.
Caratterizzante il monosella Rally Seat che sostiene maggiormente la posizione di guida, più alta di 20 mm – a quota 895 mm – a sostegno della postura quando si affrontano in piedi i tratti in fuoristrada. Utilizzati due materiali per la realizzazione, con un logo Yamaha bianco che arricchisce l’aspetto. Infine una marmitta Akrapovič slip-on da cui fuoriesce un suono distintivo. Una componente leggera dotata di scudi termici in carbonio, come indicato. Si citano anche Accessori Originali Yamaha e app MyGarage.

Un’icona collegata alla sfida nel deserto

Il nome Ténéré riporta alla mente la distesa sabbiosa del deserto del Sahara meridionale dal nord-est del Niger al Ciad occidentale, risalendo al 1976 quando Yamaha introdusse la sua prima monocilindrica a 4 tempi XT500. Un esemplare enduro on-off che catturò già diverse attenzioni.
Successivamente fu introdotto un modello con forcelle a lunga escursione, freno anteriore a disco e sospensione posteriore Monocross e ampio serbatoio, la leggendaria XT600Z Ténéré del 1983. La prima moto adventure Yamaha di serie realizzata per i rally. Come la XT500, la nuova realizzazione doveva confermare un’attitudine per l’esplorazione in condizioni estreme, come quelle della mitica Parigi-Dakar. Un carattere spumeggiante confermato dalle prestazioni e dal record di 18 podi Yamaha nelle prime 6 edizioni della manifestazione.

Proposta

Ténéré 700 Rally Edition risulterà disponibile presso i Concessionari Yamaha da luglio 2020 al prezzo di listino 11.399 f.c., come segnalato.

Video: Yamaha Motor Europe
Foto: Yamaha Motor

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati