Suzuki V-Strom Tour 2020: nel fine settimana parte la stagione [FOTO]

Primi appuntamenti il 5, 6 e 7 giugno

Il Suzuki V-Strom Tour 2020 inizia questo weekend. Sei gli appuntamenti previsti tra 5 e 7 giugno, considerando l’interesse di diversi appassionati per la nuova Suzuki V-Strom 1050 XT e grazie a un’organizzazione potenziata. Tre le strutture itineranti impegnate questo fine settimana in Puglia, Emilia Romagna e Abruzzo. Successivamente si prospettano altre tappe in diversi punti del Paese.

La nuova Sport Enduro Tourer

Protagonista nei vari eventi di prova la nuova V-Strom 1050 XT, distinguibile dal design connotativo della zona frontale, dal manubrio in alluminio a sezione variabile, dall’impostazione complessiva studiata con sella gestibile su due livelli pensando a diversi tipi di motociclisti, quindi dalle accoglienti pedane con rivestimento in gomma amovibile. Interessante la parte tecnologica partendo dalle tre mappature collegate al Suzuki Drive Mode Selector e dal pacchetto Suzuki Intelligent Ride System con il sostegno di una piattaforma inerziale Bosch, oltre ai citati traction control regolabile su tre livelli e disattivabile, quindi le soluzioni #PartiFacile, #FrenaInPIega e #FrenaSicuro. In evidenza anche gruppi ottici a LED, tubi paramotore e i paracarter in alluminio, paramani, portapacchi e cavalletto centrale. Presenta un telaio a doppia trave d’alluminio, sospensioni regolabili e cerchi a raggi con pneumatici tubeless. La spinta è legata a un motore bicilindrico a V, Euro 5, che propone una potenza poco superiore ai 107 cavalli.

I primi appuntamenti

La stagione parte venerdì 5 giugno dal concessionario Due Effe Moto di Cavallino, in provincia di Lecce. Mentre sabato 6 giugno sono previsti tre appuntamenti presso New Center Motor Bikers a Massafra (TA), Ugolini Motociclo a Rimini e Motosprint Center a Vasto (CH). Infine domenica 7 giugno altri due eventi presso i concessionari Pastore Moto di Andria (BT) e Mazzante Motor Shop di Pescara, riprendendo le indicazioni.

Come partecipare e regole di sicurezza

Per prendere parte agli eventi è necessario iscriversi, collegandosi al portale suzukitour.it per registrarsi, scegliendo la data e il luogo dove si vuole effettuare il test ride. In ogni occasione il sito segnala l’indirizzo del luogo di partenza di ogni prova, verificando la disponibilità di una moto nelle fasce orarie predisposte: in mattinata indicativamente dalle ore 11:00 alle ore 13:00 e nel pomeriggio dalle ore 14:00 alle 19:00. Considerando le limitazioni di afflusso e per evitare assembramenti, non è possibile trasportare nessun passeggero durante i test. Inoltre coloro che prendono parte alle prove devono indossare necessariamente un casco e abbigliamento tecnico di proprietà.
Si precisa anche che le diverse tappe “potrebbero subire variazioni o cancellazioni in caso di condizioni meteo particolarmente avverse o di altre esigenze.”
Garantita la massima sicurezza in ogni occasione, come evidenziato, seguendo le disposizioni di legge vigenti e dunque il mantenimento delle distanze di sicurezza, l’utilizzo dei dispositivi di protezione da parte dello staff e di tutti i partecipanti e di una soluzione alcolica disinfettante alla partenza delle prove. Dopo i test ride le moto saranno pulite e sanificate e la stessa procedura riguarderà anche i desk, gli arredi e i materiali impiegati dallo staff.
Possono partecipare solo persone in buona salute, senza febbre o eventuali altri sintomi. Ogni turno dura circa 45 minuti, riprendendo sempre le indicazioni. Prima della prova è prevista una breve presentazione tecnica di circa 10 minuti dedicata al funzionamento dei comandi e dei dispositivi elettronici, quindi ogni giro è svolto su strade aperte alla circolazione e seguendo un apripista dell’organizzazione, per una durata prospettata di circa 30 minuti. Si evita anche che i partecipanti di una fascia oraria possano entrare in contatto con quelli della sessione successiva o precedente, è sottolineato ancora nell’occasione.

Foto: Suzuki

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati