Suzuki V-Strom Tour 2020: si riparte dal 5 giugno [FOTO]

Diversi appuntamenti sino al 27 settembre 2020

Suzuki V-Strom Tour 2020: si riparte dal 5 giugno [FOTO]Suzuki V-Strom Tour 2020: si riparte dal 5 giugno [FOTO]

Di nuovo attive le iscrizioni al V-Strom Tour 2020 legato a Suzuki, tramite il portale, prenotando la possibilità di guidare la nuova Sport Enduro Tourer Suzuki V-Strom 1050 XT. Diverse le tappe presso i concessionari Suzuki. Si prospettano 26 date tra il 5 giugno e il 27 settembre 2020, in varie località del Paese.

La nuova Suzui V-Strom 1050 XT

Dal connotativo design della zona frontale, tenendo presente anche la forma del gruppo ottico, ma anche considerando altri diversi particolari come le sottili frecce a LED, l’intelaiatura in alluminio che regge il cupolino, i cerchi a raggi su pneumatici tubeless, la strumentazione e la stessa impostazione, sono diversi i fattori in evidenza osservando la nuova Suzuki V-Strom 1050 XT.
Interessanti anche i sistemi elettronici pensando a sicurezza e dinamismo. Ad esempio i citati cruise control, traction control regolabile su tre livelli e disattivabile, l’assistenza alle partenze in salita PartiFacile e le soluzioni FrenaInPIega, ossia un sistema ABS intelligente e regolabile su due livelli agendo in base all’inclinazione in curva; quindi FrenaSicuro, una soluzione che ripartisce la frenata in base al carico rilevato e al rischio di sollevamento della ruota retrostante in un tratto in discesa. Sistemi gestiti dal Suzuki Intelligent Ride System, che dialoga con una piattaforma inerziale Bosch su sei direzioni lungo tre assi. Numerosi anche gli accessori collegabili, ma nel caso della versione XT si segnalano anche paracarter in alluminio, paramani, cavalletto centrale e tubi paramotore.
Citate anche le pedane rivestite in gomma, il manubrio in alluminio a sezione variabile e la sella gestibile su due livelli, combinati con un telaio a doppio trave in alluminio e sospensioni anch’esse regolabili. Il motore bicilindrico propone una spinta leggermente superiore a 107 cavalli, considerando anche una coppia sostanziosa in base alle tre mappature collegate al Suzuki Drive Mode Selector, come ricordato.

Sicurezza e rispetto delle norme

In questa fase successiva al lockdown, Suzuki sottolinea la propria attenzione per le condizioni di sicurezza in occasione degli eventi. Nei limiti delle disposizioni di legge. “Rispetto” è la parola chiave, seguendo i protocolli ministeriali durante le tappe del Tour, così come in ogni altra occasione. Le Concessionarie Suzuki, come rimarcato, seguono le regole che contingentano il flusso di persone negli ambienti e osservano le norme igienico-sanitarie per la tutela di lavoratori e clientela.
Quindi in occasione dei vari appuntamenti del V-Strom Tour 2020, si seguiranno precise regole di sicurezza riassunte nei seguenti punti:

– mantenimento delle distanze di sicurezza;
– utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuali da parte dello staff e di tutti i partecipanti;
– messa a disposizione di una soluzione alcolica disinfettante all’interno dello show room;
– accesso e partecipazione consentiti solo a persone in buona salute, senza febbre o altri sintomi.

Come partecipare e altre indicazioni

Per prendere parte al V-Strom Tour 2020 ci si può collegare al sito suzukitour.it e registrarsi online, selezionando la data e il luogo dove effettuare il test ride. In base agli eventi, il portale propone l’indirizzo preciso del luogo da cui partono le prove e consente di verificare la disponibilità di una moto nelle fasce orarie stabilite per le uscite. Durante la mattina sono previste indicativamente dalle ore 9:30 alle 13:00 e nel pomeriggio dalle 14:00 alle 19:00.
Varie le concessionarie coinvolte con ulteriori moto demo nei rispettivi parchi veicoli, messe eventualmente a disposizione della clientela nel corso delle segnalate tappe.
Gli appuntamenti del V-Strom Tour 2020, si precisa, “potrebbero subire variazioni o cancellazioni in caso di condizioni meteo particolarmente avverse o di altre esigenze”.
Chi è interessato a testare altri modelli della gamma Suzuki può collegarsi ancora al sito Suzuki e cliccare sul tasto “Provala”, presente nella barra posta in alto, scegliendo la moto e la concessionaria preferite, quindi compilare online e spedire l’apposito form. In tal caso si può snellire la fase di registrazione in loco e la tempistica del test, come segnalato.
I test ride sono previsti per lo più nei fine settimana, riprendendo ancora il comunicato. Ogni turno dura all’incirca 45 minuti complessivi e per ciascun giro su strada la durata prevista risulta di 30 minuti circa su tratti aperti alla circolazione, seguendo un apripista dell’organizzazione Suzuki.
Prima del test ride è segnalata una rapida sessione teorica di circa 10 minuti, dedicata ai diversi dispositivi elettronici di ultima generazione. Il briefing e la fase di registrazione preliminare si terranno in spazi che consentiranno l’adeguato distanziamento, nel rispetto del protocollo ministeriale DPCM del 26 aprile 2020.
Sempre considerando le norme attuali, nei diversi momenti della giornata lo staff sarà equipaggiato con i Dispositivi di Protezione Individuali e al termine di ogni sessione, le moto saranno pulite e sanificate come i desk, gli arredi e i materiali utilizzati.
I turni saranno gestiti in modo che gli utenti di una fascia oraria non stiano in contatto con quelli della sessione seguente e viceversa.
Per gestire e contenere l’afflusso di pubblico nelle concessionarie, i test si svolgeranno senza passeggeri in sella. I partecipanti dovranno utilizzare casco e abbigliamento tecnico di proprietà, come precisato ancora.

Foto: Suzuki

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati