Beta RR 2T e 4T 2021: nuove protagoniste dell’enduro [FOTO]

Veste più grintosa e diversi affinamenti

L’evoluzione delle Beta RR 2T e 4T, riconoscibili da una nuova veste più grintosa prevalentemente rossa, è legata anche a interessanti interventi.

Le novità

Gli aggiornamenti sono molteplici, iniziando da un telaio affinato nell’area canotto e nei fazzoletti per intensificarne affidabilità e resistenza. Inoltre sono stati aggiornati accessori a corredo per migliorarne la protezione contro l’usura. Anche il telaietto posteriore risulta più affidabile e robusto. In evidenza anche l’accennato colore rosso fluo, una nuova tonalità abbinata a rinnovate grafiche con convogliatori in risalto. Quindi un migliorato strumento digitale considerando la componentistica e un impianto elettrico più potente. Rivisto anche il montaggio del coperchio del serbatoio, ottimizzata la scatola del filtro valutando impermeabilizzazione e lo stesso fissaggio del fianchetto di ispezione del filtro, così come risulta nuovo il fissaggio dei fianchetti affinandone proprio il montaggio.
A livello ciclistico si sottolinea il nuovo setting dell’ammortizzatore per intensificare la trazione e l’evoluzione di diversi elementi interni della forcella ZF, pensando ad affidabilità e utilizzo. Quindi si è intervenuti anche sul piatto e nello schiumato della sella migliorandone il sostegno, riprendendo le indicazioni.
Di recente è stata presentata anche la nuova XTrainer.

I diversi modelli

Gli affinamenti sviluppati dai tecnici, grazie all’impegno in gara premiato dai grandi risultati della passata stagione firmati da Steve Holcombe e Brad Freeman, nonché all’utilizzo di esemplari da parte numerosi appassionati di Beta, rimarcano il processo evolutivo della nuova gamma RR 2T e 4T. Diversi modelli e specificità, iniziando dalla più compatta e leggera RR 2T 125, un esemplare racing rivolta a giovani piloti provenienti da categorie sottostanti e ad esperti in cerca di una moto divertente. Restando nello stesso raggruppamento, sulla nuova RR 2T 200 potenza e coppia risultano più elevate, pur considerando un peso contenuto e un alto handling. Una moto pensata per amatori dell’enduro, tenendo presente anche un miscelatore e un avviamento elettrico. L’indole della nuova RR 2T 250, invece, risulta meno vulcanica dati i valori di coppia e potenza meno elevati rispetto all’esemplare top di gamma, come indicato. Un modello a due tempi che favorisce una certa confidenza. Quindi la RR 2T 300 per chi apprezza l’uso di rapporti lunghi e la coppia erogata a tutti i regimi, grazie a un motore di più ampia cubatura.
Passando alle quattro tempi, la nuova RR 4T 350 è segnalata come la più maneggevole del lotto, con un’erogazione piuttosto lineare pur considerando un carattere ad alto regime. La nuova RR 4T 390 rappresenta invece un equilibrio tra prestazioni e versatilità, poggiando su una corposa trazione. La nuova e performante RR 4T 430 esprime il suo potenziale grazie alla coppia e all’impiego di rapporti lunghi. Infine la nuova RR 4T 480 studiata per affrontare grandi prove con caratteristiche similari a quelle dell’esemplare 430, ma con ancora maggior potenza e coppia. Indicata per piloti allenati ed esperti, riprendendo ancora le indicazioni.

Proposta

Si segnalano prezzi invariati e una disponibilità da giugno 2020.

Foto: Beta

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati