Triumph Rocket 3: il motore in evidenza [VIDEO]

Primo episodio di Triumph Factory Stories

Un primo focus dedicato al propulsore della nuova Rocket 3 legata a una Factory Visitor Experience
Triumph Rocket 3: il motore in evidenza [VIDEO]Triumph Rocket 3: il motore in evidenza [VIDEO]

Il motore da 2.500 cc che spinge le nuove Triumph Rocket 3 R e Rocket 3 GT è il tema cardine di un filmato proposto da Official Triumph Motorcycles.

Un cuore possente

Nell’episodio legato a Triumph Factory Stories, lo Chief Engineer Stuart Wood parla del motore e della peculiare tecnologia legata ai nuovi esemplari Rocket 3. Due esemplari distinguibili da dedicate caratteristiche, come una certa attitudine per la costanza di marcia sulla versione GT, tenendo presente la posizione di guida e altri aspetti come il generoso manubrio beach bar con cavi interni, il forcellone monobraccio con ammortizzatore disassato e altri dettagli studiati per massimizzare il comfort di marcia. Mentre sulla Rocket 3 R spicca un manubrio “flat” similare a quello delle roadster, suggerendo una impostazione altrettanto connotativa e meno turistica rispetto appunto alla Rocket 3 GT, che presenta una sella predisposta per questo utilizzo alta 750 mm con schienale che include supporti in alluminio spazzolato e regolabile in altezza, come indicato. Sulla Rocket 3 sono comunque gestibili la posizione delle pedane su due livelli verticali (0mm / -15mm), così come su Rocket 3 GT tramite comandi a pedale su tre varianti orizzontali (-25mm / 0mm / + 25mm), come segnalato. Non mancano anche soluzioni tecnologiche tra cui fari LED, un quadro strumenti TFT di seconda generazione e altri come le citate quattro modalità di guida e una piattaforma inerziale IMU.
Sono entrambe spinte dall’accennato propulsore che sviluppa 165 cavalli a 6.000 giri/minuto ( una potenza superiore dell’11% rispetto alla stessa unità presente sulla generazione precedente) e 221 Nm di coppia a 4000 giri/minuto. Una forza da rapportare a un peso contenuto del 13%, valutando un risparmio di oltre 40 kg. Tra gli aspetti in evidenza anche una frizione a coppia assistita e acceleratore ride-by-wire. Interessante anche il tempo in accelerazione di un esemplare Rocket 3 R, rimarcato attraverso un video dedicato al tentativo: uno scatto 0-60 mph in 2,73 secondi.

Video: Official Triumph Motorcycles
Foto: Triumph Motorcycles

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati