Yamaha Motor: uno sguardo dedicato all’ABS [VIDEO]

Nuovo appuntamento Tips and Tricks

Un filmato focalizzato sull'azione importante della soluzione anti bloccaggio delle ruote
Yamaha Motor: uno sguardo dedicato all’ABS [VIDEO]Yamaha Motor: uno sguardo dedicato all’ABS [VIDEO]

Il sistema ABS è l’argomento centrale di un nuovo appuntamento Tips and Tricks proposto sulla pagina Facebook legata a Yamaha Motor.

L’argomento

Marco Risso, tecnico di Yamaha Motor da oltre 20 anni, sintetizza una delle più interessanti e ormai diffuse innovazioni per la sicurezza di chi viaggia. Un acronimo legato a un’espressione tedesca che significa: “Sistema anti bloccaggio”. Un dispositivo integrato, si sottolinea nell’occasione, che scongiura appunto il bloccaggio delle ruote quanto si effettua una frenata.
Qualsiasi sia l’attitudine alla guida, più o meno mirata al divertimento, in questo video si mettono in evidenza alcuni aspetti nevralgici del sistema. Una soluzione che, ad esempio, non è presente per regolamento in MotoGP, dunque non se ne parla in classe regina proprio perché non è possibile adottare “nessun sistema di gestione elettronica delle frenata”. In questo caso la sensibilità di un pilota risulta ancora più efficace e funzionale su asciutto, discorso un po’ diverso su superficie bagnata.
Spostando l’attenzione sul meccanicmo, quando si frena il liquido predisposto è portato in pressione da una pompa, che produce a sua volta una pressione sulle pastiglie del freno. In un sistema ABS, dunque, il liquido passa da un’unità idraulica o anche detta “unità ABS”, controllata da una centralina elettronica specifica. In base agli imput provenienti dai sensori di velocità abbinati alle ruote, se la centralina percepisce una tendenza al bloccaggio della ruota attiva una valvola all’interno della citata unità idraulica. Tramite questa un po’ di olio defluisce e cala la pressione sulla pinza del freno, evitando un arrivo al bloccaggio, come accennato. Poi, quando la centralina percepisce dalla ruota una normalizzazione della velocità, serra nuovamente la valvola e così stabilizza la normale pressione sulla pinza frenante.
Parlando dei vecchi sistemi ABS, le valvole erano più grosse e proponevano un’azione “on/off”. In sostanza erano aperte o chiuse. In fase di frenata si percepivano “oscillazioni” sulla leva del freno, dovute proprio ai livelli di pressione. Oggi invece i sistemi sono più evoluti e compatti, dotati di “valvole a controllo lineare” che “parzializzano” il passaggio dell’olio, come evidenziato dal tecnico, con spazi di frenata contenuti. Un aspetto da considerare con la variabilità di condizioni presenti sulle strade. Nell’occasione si forniscono anche dei consigli.

Foto e video: Yamaha Motor

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati