Mercato bici ed e-bike: positivi i dati del 2019

Lo scorso anno venduti più di 1,7 milioni di esemplari

Riscontro positivo nel 2019, con un incremento del 7% rispetto al 2018 considerando l'interesse per le e-bike e anche il rinnovato avvicinamento alla bicicletta tradizionale. Ma affiora anche qualche preoccupazione
Mercato bici ed e-bike: positivi i dati del 2019Mercato bici ed e-bike: positivi i dati del 2019

Ammontano a 1,713 milioni le unità di biciclette ed e-bike vendute nel 2019, in sostanza un aumento del 7% rispetto a quanto registrato nell’anno precedente, considerando un incremento del 13% per quanto riguarda le sole e-bike “passando da 173 a 195mila pezzi venduti”. Dati ripresi da un comunicato di Confindustria ANCMA. Buono anche il riscontro legato alla bicicletta tradizionale, a differenza degli anni precedenti, in particolare city e trekking con numeri positivi valutando produzione ed export, come emerso.

Informazioni

Il mercato italiano, considerando la vendita, vale circa 1,35 miliardi di euro allo stato attuale. Uniche flessioni nell’import di biciclette a pedalata assistita, tenendo presenti i dazi antidumping contro la concorrenza sleale dall’estero, riportando la produzione in Europa e nello specifico in Italia.
Il presidente di Confindustria ANCMA, Paolo Magri, in base ai dati elaborati dall’associazione ha sottolineato ampi scenari di sviluppo per il settore legato alle biciclette “e di conseguenza questa diventa un’opportunità enorme per le aziende che ANCMA rappresenta”, ha aggiunto nell’occasione. Si auspica dunque un seguito, interessando anche le infrastrutture, con un approccio alla mobilità sostenibile collegato anche a città più smart, assieme ai diversi fattori positivi derivanti dall’uso di bici o e-bike.
Ma emergono anche preoccupazioni legate a idee su un uso semplicemente sportivo della stessa bicicletta in Italia, pur tenendo presente la grande tradizione di specialisti del settore e campioni indimenticabili. Evidenziando ancora fattori che sfavoriscono l’utilizzo urbano di questi mezzi, chiedendo fortemente “un’attenzione elevata per questo veicolo, dall’uso, alla vendita, alla fabbricazione, perché protagonista in questo delicato e complicatissimo periodo di Coronavirus”. Un mezzo che oltre ai benefici già enunciati, permette in questo gravoso momento di mantenere soprattutto le distanze di sicurezza.
Sia le e-bike, sia le biciclette, sono mezzi di mobilità individuale e sostenibile, divenendo importanti strumenti di mobilità nelle città, con una percentuale sempre più significativa. Veicoli non solo utile a fare movimento, ma appunto funzionali per affrontare semplici spostamenti giornalieri. Dinamica è soprattutto la crescita del mercato delle e-bike, come accennato, che copre tutti i segmenti che interessano le stesse biciclette, grazie alla possibilità di coprire distanze più ampie e a velocità più sostenute, grazie al sostegno della componente elettrica.
Le ragioni di questo rinnovato interesse per la bicicletta sono molteplici, annoverando anche una maggior consapevolezza degli effetti dei cambiamenti climatici e gli stessi scenari politici, in una società in costante evoluzione.

Foto di repertorio

Leggi altri articoli in Biciclette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati