BMW R 18: nuovo contatto con la tradizione [VIDEO]

Animata da un bicilindrico "Big Boxer"

Riassunti i principali aspetti, ascoltando il Dr. Markus Schramm, Head of BMW Motorrad, assieme a Edgar Heinrich, Head of BMW Motorrad Design. In un altro filmato compaiono diversi esemplari ed è possibile ascoltare anche il suono del motore
BMW R 18: nuovo contatto con la tradizione [VIDEO]BMW R 18: nuovo contatto con la tradizione [VIDEO]

La nuova BMW R 18 presenta uno stile retrò e personalizzabile. Un design immediatamente distinguibile, legato a un motore altrettanto caratterizzante.

Ricordando la storica BMW R 5

Dall’impostazione telaistica ai diversi dettagli, come il peculiare albero di trasmissione a vista, osservando la nuova R 18 si adocchiano tratti comuni con lo storco modello del 1936. Analogie che divergono invece sensibilmente quando spiccano soluzioni tecnologiche come le luci LED o i diversi dispositivi come le tre modalità di guida (“Rain”, “Roll” e “Rock”), il sistema ASC (Automatic Stability Control) escludibile, il controllo della coppia di trascinamento del motore (MSR), o l’opzionale Hill Start Control a sostegno delle partenze in salita.
Nel complesso, però, emerge una natura essenziale pensata per riassaporare un tipo di guida maggiormente legata alla tradizione. Basta notare anche la strumentazione o il forcellone a doppio braccio e il sistema Cantilever della sospensione retrostante per accorgersene, con la possibilità di personalizzare lo stesso stile in base ai gusti. Customizzazione permessa ad esempio dalla disposizione dei punti di fissaggio delle linee idrauliche del freno, comprendendo cavi e frizione, inserendo un altro manubrio più o meno elevato, così come è possibile sostituite i coperchi delle valvole visibili, adottare nuovi cerchi e persino rimuovere il telaio posteriore. Le opzioni sono selezionabili tra gli Accessori Originali BMW Motorrad, come le due collezioni sviluppate in partnership con Roland Sands Design la “Machined” e la “2-Tone-Black”, ma anche le sellerie realizzate con Mustang Seat o l’impianto di scarico sviluppato con Vance & Hines.

Ciclistica

La lunghezza totale del mezzo raggiunge i 2.440 millimetri, l’altezza standard del sedile risulta di 690 mm, il serbatoio può accogliere 16 litri di carburante.
Il telaio in acciaio è definito da una struttura a doppia culla con giunti saldati tra i tubi in acciaio e parti fuse o forgiate, riprendendo esteticamente un approccio tradizionale. Si notano una forcella telescopica con copri forcella e una soluzione Cantilever posteriore con asse incorporato, offrendo l’effetto di un telaio rigido. La posizione in sella è agevolata da pedane poggiapiedi presenti “in posizione centrale”. Non sono indicate opzioni di regolazione elettronica delle sospensioni, ma un sistema di sospensione centrale presente direttamente con ammortizzazione progressiva e gestione del precarico della molla.
I tubi della forcella telescopica sono avvolti da copri forcella e il diametro risulta di 49 mm, mentre davanti l’escursione della sospensione raggiunge i 120 mm a differenza dei 90 mm di quella retrostante. Il sistema frenante comprende un doppio disco freno all’ anteriore e un singolo disco retrostante, in ogni caso da 300 mm, assieme a una pinza fissa a quattro pistoncini con Integral ABS BMW Motorrad parzialmente integrale. Il pedale del freno è collegato alla zona posteriore. Il cerchio anteriore risulta da 19 pollici, quello posteriore da 16 pollici.
In fase di lancio è introdotta nel mondo una versione R 18 First Edition, affiancando un modello standard in alcuni mercati, riprendendo le informazioni. Sulla First Edition spiccano rimandi esclusivi, considerando una finitura nera con verniciatura dotata di filetti bianchi. Diversi anche gli elementi cromati, come specifici risultano il logo sulla sella e la targhetta cromata laterale con indicazione “First Edition”.

Un voluminoso boxer

La spinta è proposta da un boxer bicilindrico raffreddato ad aria di 1802 cc definito “Big Boxer”. Il più potente di questo tipo su un esemplare a du ruote realizzato dal marchio. Sviluppa 91 cavalli (67 kW) di potenza massima a 4.750 giri/minuto e da 2.000 a 4.000 giri/minuto sono proposti costantemente oltre 150 Nm di coppia. Una spinta da rapportare a un peso in ordine di marcia di 345 kg, come segnalato.

Video: BMW Group e BMW Motorrad
Foto: BMW Motorrad

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati