Coronavirus, Confindustria ANCMA: se necessario si consiglia l’uso di mezzi a due ruote

Officine aperte in caso di problemi o per la manutenzione

Un consiglio per brevi e rapidi spostamenti, evitando al momento l'impiego di mezzi pubblici per quanto possibile, dato il rischio di contatti ravvicinati e un eventuale propagazione del contagio legato al Coronavirus COVID-19
Coronavirus, Confindustria ANCMA: se necessario si consiglia l’uso di mezzi a due ruoteCoronavirus, Confindustria ANCMA: se necessario si consiglia l’uso di mezzi a due ruote

L’appello resta lo stesso, ribadito da giorni: #iorestoacasa. Durante questo periodo di contenimento dell’emergenza sanitaria in corso, ci sono comunque persone che per motivi di lavoro o necessità sono costretti a spostarsi in città. Proprio per coloro che devono muoversi, il consiglio è l’impiego di biciclette, comuni o assistite elettricamente, ma anche veicoli a due ruote dotati di motore o di tipo elettrico, favorendo spostamenti agevoli ed evitando così il rischio di contatti ravvicinati, come segnalato da Confindustria ANCMA.

Il parere

L’impiego di mezzi a due ruote, riprendendo il succo del testo, può evitare ad esempio l’uso dei mezzi pubblici per spostarsi in città. Proprio per tipologia, è difficile se non improbabile evitare di essere a contatto ravvicinato con altri individui sui veicoli di trasporto pubblico di superficie o in metropolitana. Cosa al momento sconsigliata e da evitare, per non consentire altri potenziali contagi che sottoporrebbero ad ulteriore stress il sistema sanitario già ampiamente attivo in questo periodo.
Un altro aspetto da tenere presente è l’assenza di traffico nelle diverse città, data la permanenza a casa di quasi tutta la popolazione e la sospensione di manifestazioni o attività disciplinari, culturali, sportive e aggregative. Proprio la bassa circolazione che si registra in questi giorni rende le vie cittadine maggiormente sicure per circolare su mezzi a due ruote. Solitamente gli utenti della strada più sensibili sulle diverse arterie per la concomitante presenza di automobili e mezzi pesanti. Questi ora possono circolare più agevolmente, tenendo presente che è comunque necessario giustificare i propri spostamenti tramite autocertificazione e che tali necessità siano effettivamente comprovate da esigenze di tipo lavorativo o d’emergenza. Altrimenti si possono rischiare sanzioni e denunce. Quindi se non è necessario, l’importante è stare a casa.
Si segnala inoltre che le officine per eventuali riparazioni o la manutenzione di biciclette, scooter o moto sono aperte, proprio per supportare in caso di guasti o anomalie. In sintesi, l’impiego di veicoli a due ruote può essere una valida alternativa in questo periodo di difficoltà, in caso di bisogno o per spostarsi verso il proprio posto di lavoro. Altrimenti, se si può lavorare da casa, meglio restare fermi e contribuire assieme a milioni di italiani in questa dura battaglia per contenere la pericolosa propagazione del virus.

Foto di repertorio

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati