Piaggio Medley: rinnovato il versatile scooter a ruota alta [FOTO]

Propulsori i-get 125 e 150 cc

Un quadro riassuntivo dedicato all'aggiornamento stilistico, tecnico e tecnologico dello scooter realizzato dal marchio di Pontedera, nelle configurazioni Medley e Medley S

Piaggio Medley è una fusione di più attitudini, concentrando caratteristiche affini non solo ai tradizionali scooter, ma anche ai più versatili esemplari GT. Il modello rinnovato, proposto in due allestimenti, presenta anche motori più prestanti e aspetti tecnologici funzionali.

Estetica

L’impostazione a ruota alta e un design che rimanda al più ampio Beverly, sono connotativi del nuovo Piaggio Medley. Si abbinano leggerezza, praticità e versatilità d’impiego.
Iniziando dall’estetica, si nota subito un nuovo tratto verticale con griglia tridimensionale a nido d’ape, che ricorda la tipica “cravatta” dei mezzi firmati da Piaggio, con un’impostazione più sportiva. Riplasmati anche il manubrio e il proiettore frontale a LED. Della stessa tipologia anche le luci di posizione e quella retrostante. Così come nuova è la strumentazione digitale LCD, che comprende tachimetro digitale, scala del contagiri e altri indicatori con funzioni richiamabili attraverso un pulsante MODE disposto sul blocchetto destro. Presenti anche delle spie legate ad esempio al “Start & Stop”, disinseribile tramite un pulsante sul blocchetto elettrico destro, oppure “check iniezione”, riserva carburante, immobilizer, ABS attivo e altro. Tra i fattori tecnologici figura anche la soluzione di connettività PIAGGIO MIA presente di serie su Medley S, consentendo un collegamento tra dispositivo mobile e veicolo tramite Bluetooth
PIAGGIO MIA e la App Piaggio risultano studiate per l’abbinamento allo scooter di dispositivi mobili iOS o Android, impiegando la nuova strumentazione.
Presente un ampio vano porta oggetti nel controscudo e lo stile rimanda a quello di un’abitacolo di automobile, con una presa USB presente al suo interno. Visibile sul controscudo anche un gancio portaborse a scomparsa. Nel complesso la visione è composta da superfici concave e convesse, convergenti verso una zona posteriore slanciata. La sella appare profilata e pensata per ospitare due persone. Nuove anche le pedane a scomparsa con inserti in gomma, utili per il passeggero. Sotto la sella ad apertura elettrica, premendo un pulsante legato al manubrio, è presente un generoso vano da 36 litri che può accogliere due caschi integrali. Un risultato notevole, ottenuto sviluppando in maniera ottimizzata la nuova coda del mezzo e spostando più centralmente il serbatoio del carburante da 7 litri, come segnalato, a vantaggio del dinamismo complessivo. Infine una ruota frontale da 16 pollici (la posteriore è da 14 pollici con pneumatico più largo da 120/70). Il prospetto appare sollevato, favorendo anche comfort e agilità. I cerchi sono in alluminio, distinguibili da un disegno a sei razze sdoppiate.

Caratteristiche

Il mezzo poggia su un telaio “monoculla bassa” composto in tubi d’acciaio, caratterizzato da rinforzi tubolari e in lamiera d’acciaio con scavalco contenuto.
Davanti è presente una forcella con steli da 33 mm, dietro una coppia di ammortizzatori a doppio effetto e molle elicoidali con precarico gestibile su 5 posizioni. Il peso a secco indicato ammonta a 136 kg, l’interasse a 1.395 millimetri, mentre l’altezza della sella tocca i 799 mm.
L’impianto frenante, poi, è costituito da due dischi rispettivamente da 260 e 240 mm con pinze flottanti a doppio pistoncino e sistema antibloccaggio ABS. Ogni ruota presenta un sensore e una ruota fonica focalizzata sui giri, valutando istantaneamente velocità e decelerazione rispetto a quella legata al veicolo. Tali sensori sono abbinati a loro volta a una centralina idraulica a 2 canali che richiama il citato sistema ABS, nel caso in cui una delle due ruote deceleri bruscamente, scongiurando il bloccaggio. Tra le soluzioni citate anche un “tilt sensor”, altra soluzione di sicurezza che disabilita lo Start & Stop, quindi il motore, nel caso avvenga un’eventuale caduta.

Motori

La spinta del Piaggio Medley è prodotta da un’evoluzione dei motori monocilindrici i-get, nelle cubature 125 e 150 cc. Unità con iniezione elettronica, raffreddamento a liquido e distribuzione a quattro valvole. Il primo sviluppa 11 kW di potenza a 9.000 giri/minuto e 12 Nm di coppia a 6.500 giri/minuto, invece quello da 150 cc 12,1 kW a 8.750 giri/minuto e 15 Nm di coppia a 6.500 giri/minuto. Valori da riferimento tra gli scooter di media taglia a ruota alta.
Il risultato di un’ottimizzazione del rendimento termodinamico, attenuando gli attriti e la rumorosità, a vantaggio di rendimento e consistenza di marcia. Tra gli aspetti peculiari spiccano: una testata nata da una fusione completamente nuova con condotti e valvole a sezione maggiorata; un sistema di distribuzione con nuovi bilancieri alleggeriti; un profilo dell’asse a camme ridisegnato; quindi ancora un nuovo pistone aggiornato dal punto di vista della geometria; un nuovo iniettore; un nuovo corpo farfallato con un diametro maggiorato di 2 mm e una scatola filtro interamente ridefinita. Nuova anche la marmitta con un volume maggiorato, che favorisce anche una più accentuata silenziosità. La trasmissione è di tipo CVT. Come detto è presente un sistema di Start & Stop brevettato da Piaggio definito RISS (Regulator Inverter Start & Stop System).
Il costruttore sottolinea consumi in percorrenza su ciclo WMTC pari a 41,5 km/l per il Medley 125 e 41 km/l per il Medley 150, quindi intervalli nei tagliandi di manutenzione con sostituzione di lubrificanti e filtri ogni 10.000 km e regolazione del gioco valvole ogni 20.000 km, sempre riprendendo le indicazioni.

Accessori, versioni e colori disponibili

Variegata la panoramica di soluzioni opzionali da abbinare allo scooter, tra cui un bauletto da 32 litri in cui poter riporre un casco modulare o due caschi Piaggio Style, oppure uno più ampio da 37 litri.
Due gli allestimenti: Medley e Medley S.
Il primo più classico è proposto con tonalità Bianco Luna o le varianti metallizzate Nero Abisso e Blu Orione. Colori da associare a una sella marrone e finiture bronzo opaco, quindi cerchi in tonalità grigio argento.
Più sportivo il Medley S veste tre varianti di tinte: Bianco Luna, Grigio Materia e Nero Meteora opaco, associate a una sella e interni neri.
Questo allestimento è riconoscibile dalle finiture in nero opaco che interessano paracolpi, tunnel centrale, maniglione del passeggero e cerchi. Inoltre le molle degli ammortizzatori sono dipinte di rosso. Colore che ritorna anche osservando altri dettagli come le cuciture della sella. Il disco del freno anteriore e quello posteriore presentano un profilo a margherita e pinze color oro. Tra gli aspetti di serie di questo modello anche una funzione bike finder, gestibile da remoto, che attiva gli indicatori per individuare ad esempio il mezzo in un parcheggio affollato.

Foto: Piaggio

Piaggio Medley: rinnovato il versatile scooter a ruota alta [FOTO]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati