Motor Bike Expo 2020: un’altra serie di momenti per appassionati [FOTO]

Tante presenze ed eventi

Dopo la manifestazione terminata il 19 gennaio, si pensa già al 2021

Segnalati padiglioni pieni e aree esterne impreziosite da test e altri momenti di aggregazione e divertimento, in occasione della nuova edizione di Motor Bike Expo, andata in scena dal 16 al 19 gennaio 2020.

Una nuova festa

Tanti gli istanti e i protagonisti dell’ultima rassegna, con un bilancio positivo in linea con il successo registrato lo scorso anno nonostante la pioggia del sabato mattina. Una soddisfazione sottolineata da Paola Somma, ideatrice della rassegna assieme a Francesco Agnoletto, considerando anche l’entusiasmo di visitatori e operatori di settore, oltre all’indotto veronese.
Non sono mancate prove, incontri, presentazioni, la partecipazione stessa di nomi noti e sportivi, che hanno preso parte alla manifestazione che raccoglie gli amanti delle special e non solo. Interessante l’incontro sui temi della sicurezza in sella a mezzi a due ruote, grazie all’associazione 2nove9, con l’architetto Graziella Viviano impegnato direttamente su questo tema dopo la perdita della figlia Elena, con la segnalazione di “consistenti sconti” sull’acquisto di moto-airbag dalle case produttrici “praticati ai motociclisti che parteciperanno a corsi sulla sicurezza stradale impartiti dalle associazioni del settore, d’intesa con le varie Istituzioni”, come segnalato nell’occasione.
Numerose le novità, sia parlando di mezzi introdotti dalle varie case o opere dei più rinomati artisti di customizzazioni, sia di soluzioni per la sicurezza, tecnologiche o abbigliamento. Interessante anche la giornata con il pilota, consentendo di avvicinare e cogliere i preziosi consigli di guida in fuoristrada di esperti campioni come Gualtiero Brissoni, Gianluca Martini, Stefano Passeri, Pierluigi Rottigni e Giovanni Sala.

Bike Show

Come da tradizione, nella giornata domenicale e conclusiva gli attesi Bike Show, con la proclamazione delle più belle special presenti all’edizione. Iniziando da Metzeler, il Metzeler Award MBE 2020 è stato assegnato alla streetfighter “Labirinto Mentale” di ED Special su base Harley-Davidson® Night Rod Special. Passando ai Magazine Award: Pipeburn ha eletto la Norvin firmata da Stile Italiano; Iron Trader News e Buffalo Chips si sono interessati alla BMW K100 di Bottega Bastarda; Polina Krasnova di Bikers Insider ha votato per il digger psichedelico anni Settanta siglato Hillside Classics; l’agenzia giornalistica olandese Madness Photography, invece, ha preferito il chopper Long Finger di Boccin Custom Cycles; la tedesca Custombike si è interessata invece alla “Ad Maiora” di Andrea Radaelli di Radikal Chopper; la testata americana Easyriders, celebrando i 50 anni a Verona, ha premiato “Blue Godzilla” di Danny Schneider di Hard Nine Choppers; il magazine giapponese Vibes ha preferito “The Blizzard” di Boman Kustom Bike basata su Harley-Davidson Shovelhead 1200; quindi la chiusura con LowRide. Successo per Vallese Garage con la One4Three, svettando tra le Club Style e premio di categoria per le Bagger, Lorenzo DOX Dossena dunque vincitore del premio Best Paint, come segnalato. Titolati di classe: Boccin Custom Cycles con la “Long Finger” (categoria Chopper), “Ad Maiora” di Radikal Chopper (Freestyle), Asso Special Bike con V-Rod (Modified) e T4 Motorcycles tra i Bobber. Titolo Sporty Award, infine, al blog Duecilindri allo Sportster RCK Roll Chop. Trionfa nella categoria Scrambler Carboni e Metalli con “Lunar”. Nell’ambito Cafe Racer premiata la NorVin 1140 CR di Stile Italiano e a conclusione “The Blizzard” di BKB è risultata Best of Show, riprendendo sempre le indicazioni.

Si pensa già alla prossima edizione

“Da domani si comincia già a lavorare per l’edizione 2021” ha annunciato Francesco Agnoletto, riprendendo un comunicato sulla manifestazione, con la propensione a offrire contenuti sempre più accattivanti all’interno di una manifestazione sempre più ricca e di spessore. Non mancano le idee come accennato, per poi discuterne e affinare i contenuti assieme ai motociclisti. “A settembre decideremo la direzione in cui andare: perché Motor Bike Expo non insegue le mode, ma neanche intende crearle. Vuole però essere sempre al passo con i motociclisti”, ha aggiunto.
Un’edizione di successo confermata anche dal presidente di Veronafiere, Maurizio Danese, considerando come Motor Bike Expo sia divenuto nel tempo un luogo di incontro per appassionati. “Qui alla Fiera di Verona ha trovato la dimensione ideale per svilupparsi e in poco più di dieci anni siamo riusciti a raddoppiare il numero dei visitatori, ad aumentarne l’internazionalità e portare le giornate di apertura da tre a quattro. Squadra che vince non si cambia: per questo siamo soddisfatti di aver rinnovato l’accordo di partnership fino al 2030 con gli organizzatori della rassegna, Francesco Agnoletto e Paola Somma” ha concluso, come segnalato attraverso un comunicato.

Foto: Motor Bike Expo

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati