Honda: una storica passione alla Collection Hall evidenziata da Kuniyoshi Iwata [FOTO]

Esempi di una grande tradizione al Twin Ring Motegi

Un'esposizione che mette in risalto il percorso tecnico e sportivo del brand giapponese e non solo

Modelli di più tipologie e dal passato iconico figurano tra gli esempi in evidenza della Hall Collection legata a Honda, al Twin Ring Motegi. Kuniyoshi Iwata, direttore tecnico e responsabile della “Collezione”, ne sottolinea i contenuti e l’importanza.

Passione e storia

Tra gli esemplari, considerando anche altri nomi e non solo le creazioni della casa giapponese, figurano anche diversi progetti che scandiscono la produzione motociclistica dalla fine degli anni ’40 in poi. Le prime creazioni legate a Soichiro Honda.
Kuniyoshi Iwata e il gruppo di cinque meccanici, che compongono lo staff impegnato, come emerso “adorano il loro lavoro”. Nel corso di un’intervista, il responsabile della Hall Collection di Honda ha sottolineato: “Ci occupiamo delle macchine in modo che siano pronte per funzionare in qualsiasi momento.” Un compito importante e affrontato con entusiasmo, grazie alla collaborazione del Centro R&D Honda Asaka, parlando dei mezzi a due ruote, quindi di Honda Racing Development Sakura parlando di auto. Tra queste si notano anche prestigiose monoposto, in una collezione che comprende complessivamente 350 veicoli.
Lo stesso Iwata può condurre diverse delle moto sportive presenti a bassa velocità, durante le verifiche di shakedown, prima di programmate manifestazioni. Tra i modelli della Collection Hall, come affiorato, manifesta una predilezione per l’originaria Honda NSR500: “Perché è la prima Grand Prix su cui ho lavorato come meccanico”, ha spiegato nell’occasione. Un modello risalente al 1984 con specifiche peculiarità come il serbatoio al di sotto del motore e gli scarichi sopra. Un’impostazione non tradizionale, che diede modo ai tecnici di sperimentare e ottenere dati interessanti sul dinamismo espresso dal telaio. Mentre tra le vetture primeggia lo storico pick-up Honda T360 del 1963, la prima auto realizzata dal costruttore. “Mi piace la T360 perché è stata la prima Honda a quattro ruote in vendita. Ricordo di aver visto un T360 consegnare del riso quando ero bambino. E capisco la filosofia che Soichiro Honda ha usato nello sviluppo dell’auto”, ha raccontato.
La Collection Hall risale al 1998, un sogno realizzato del fondatore dell’azienda Soichiro Honda e nel periodo recente Iwata è stato impegnato nell’importante evento Honda Racing Thanks Day a novembre, con diversi esemplari attivi sul noto asfalto di Motegi. Tra i modelli più interessanti della collezione la prima superbike di Honda, la storica CB750, quindi le moto più rappresentative degli anni ’70, ’80, ’90 e dell’ultimo periodo, senza dimenticare la citata NSR500 a due tempi sino alle vincenti RC211V, RC212V e RC213V, come ricordato.

Foto: Honda

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati