Honda CRF1100L Africa Twin 2020: una tecnologica strumentazione [VIDEO]

Display TFT touch a colori da 6,5 pollici

Un filmato dedicato al quadro strumenti della nuova Africa Twin realizzata dal marchio giapponese
Honda CRF1100L Africa Twin 2020: una tecnologica strumentazione [VIDEO]Honda CRF1100L Africa Twin 2020: una tecnologica strumentazione [VIDEO]

La nuova Honda CRF1100L Africa Twin, all’interno della filosofia “True Adventure”, appare una convergenza di sinergie tecniche e tecnologiche funzionali.

Una visione avanzata ed eclettica

Il filmato dedicato alla strumentazione, consente di osservare la versatilità tecnologica della nuova Africa Twin, proposta anche nella connotativa versione Adventure Sports. Un modello equipaggiato con sospensioni elettroniche, una dotazione più nutrita anche in termini di protezione aerodinamica e un serbatoio più capiente, come segnalato.
Tra gli aspetti elettronici, oltre alla citata strumentazione a colori visibile su uno schermo TFT da 6,5 pollici, figurano anche i gruppi ottici LED, un funzione Emergency Stop Signal in caso di frenate d’emergenza piuttosto decise, sistema Apple CarPlay® e connettività Bluetooth, una sofisticata piattaforma inerziale IMU a 6 assi, cornering ABS a doppia modalità, Cruise Control, controllo di trazione HSTC su sette livelli e antiwheelie su tre livelli. Quindi la disponibilità di una trasmissione DCT e un acceleratore Throttle By Wire con 6 Riding Mode, quattro già impostati e due personalizzabili.

Caratteristiche

Il propulsore bicilindrico parallelo Euro 5, un motore Unicam a 8 valvole, ha una cilindrata più ampia di 1.084 cc. Aumentano anche potenza e coppia. La spinta di 102 cavalli è proposta a 7.500 giri/minuto, mentre i 105 Nm di coppia a 6.250 giri/minuto. Nuovo anche l’impianto di scarico con valvola ECV (Exhaust Control Valve) che agisce a un certo regime. L’unità motrice è accoppiata a una trasmissione manuale a sei marce o può essere abbinata a un cambio sequenziale doppia frizione DCT, sempre a sei rapporti, con funzione G funzionale nell’utilizzo in fuoristrada, come indicato.
Al nuovo telaio in acciaio è legato un telaietto reggisella in alluminio. La forcella anteriore rovesciata a perno avanzato Showa, risulta regolabile e presenta steli da 45 millimetri la cui corsa ammonta a 230 mm. Un forcellone in alluminio di derivazione CRF450R completa il quadro, dotato di mono-ammortizzatore gestibile e leveraggio Pro-Link, precarico con pomello e l’escursione tocca i 220 mm. In base alle indicazioni, il progetto sulla bilancia pesa 4 kg in meno, con un dato di 226 kg (pieno compreso), o 236 kg adottando una trasmissione DCT. Davanti spiccano freni a disco flottanti a margherita da 310 mm con flangia in alluminio e pinze radiali a 4 pistoncini, dotate di pastiglie in metallo sinterizzato e ABS. Poi, alle spalle, una soluzione composta da un disco a margherita da 256 mm con pinza a 1 pistoncino e pastiglie in metallo sinterizzato oltre ad ABS disinseribile. Davanti è presente un cerchio a raggi in alluminio da 21 pollici, dietro uno da 18 pollici. Segnalate anche un’altezza da terra di 250 mm, mentre quella della sella risulta variabile da 870 mm o 850 mm e opzionalmente gestibile nella configurazione bassa (845/825 mm) o alta (895/875 mm), sempre riprendendo le indicazioni.

Foto e video: Honda Motorcycles Europe

Honda CRF1100L Africa Twin 2020: una tecnologica strumentazione [VIDEO]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati