Vespa: nuove colorate versioni e anche un’elettrica più prestante [FOTO]

Tonalità, tecnologia, esclusività e stile

Un panorama diversificato, che spazia tra dettagli ricercati, cuori pulsanti e innovazione

Vespa, un nome e un universo brioso per colorazioni, dettagli, tecnica. Dalla nuova Vespa Elettrica, passando per le versioni Primavera, proposta anche nell’esclusiva e limitata veste firmata Sean Wotherspoon, quindi le vivaci Sprint e GTS Super Racing Sixties.

Vespa Elettrica 70 km/h

Affianco alla prima Vespa Elettrica omologata come ciclomotore per un utilizzo urbano con velocità limitata a 45 km/h, è introdotto un nuovo esemplare che può raggiungere i 70 km/h. Lo stile resta peculiare, ricercato, elegante ma anche tecnologico, realizzato con scocca in acciaio e arricchito dai peculiari fregi del “cravattino”, profilo perimetrale, targhetta “Elettrica” oltre al cadenino della sella e i bordi delle ruote disponibili in sei differenti cromatiche optando per Azzurro Elettrico che è già di serie su Vespa Elettrica, quindi Verde Boreale, Giallo Lampo, Cromo, Nero Profondo e Grigio Fumo.
Sulla Vespa Elettrica da 70 km/h si segnalano finiture in Giallo Lampo e ancora in Azzurro Elettrico, Cromo e Nero Profondo. Tra i tocchi tecnologici oltre alla power unit, un display TFT di 4,3 pollici a colori e il sistema multimediale Vespa MIA. Diversi anche gli accessori da abbinare al modello. Tra gli altri aspetti distintivi della nuova Vespa Elettrica figurano dei dettagli rossi che comprendono fregi presenti sulla cover della Power Unit e sulla targhetta “Elettrica”, quindi la molla dell’ammortizzatore anteriore.
Omologata sempre come motociclo la nuova versione è frutto di una “ottimizzazione generale di tutti i componenti: Power Unit, Vehicle Management System e pacco batterie”, riprendendo le indicazioni. Pur raggiungendo in questo caso i 70 km/h, si indica ancora un’autonomia massima sino a 100 km, invece in modalità Power il dato ammonta a 70 km. Le dimensioni e il peso della batteria restano i medesimi, ma le modifiche interne consentono una spinta continua più alta, grazie anche a quanto fatto sul software di gestione, come segnalato.

Le nuove Primavera

La nuova Vespa Primavera Sean Wotherspoon in serie limitata rappresenta un inno alla creatività, firmato dal giovane stilista statunitense. Un mix di colori, dettagli, materiali connotativi, che esprimono uno stile “vintage-contemporaneo”. Una versione disponibile nel 2020 in punti vendita selezionati e nelle differenti cilindrate 50, 125 e 150 cc.
Gli accostamenti cromatici rimandano agli anni ’80. Una cascata di tinte che variano dal giallo, al rosso, al verde scuro e acqua che ricoprono la livrea. Mezzo arricchito a sua volta da particolari bianchi o scuri e finiture cromate. Variegati anche i materiali presenti, spaziando dalla plastica al metallo, dalla gomma al velluto, tipo quello a coste di colore marrone chiaro impiegato per la sella. La scocca resta in acciaio, come tradizione.
Nuova è anche la Vespa Primavera 125 (RED), protagonista della rinnovata partnership tra il Gruppo Piaggio e il brand (RED) impegnato contro l’AIDS, la malaria e la tubercolosi. Un mezzo disponibile con un nuovo motore 125 cc Euro 5. Un modello speciale distinguibile dal connotativo Rosso (RED) che riveste anche i cerchioni e dal logo Vespa (RED) accostato allo “scudetto” Piaggio Group, visibile sul cravattino frontale. La sella, poi, è sviluppata con nabuk in tinta rossa ripresa dalla Vespa 946, riprendendo ancora le informazioni.

Vespa Sprint e GTS Super Racing Sixties

Il lato sportivo di Vespa, richiamando anche le competizioni anni ’60, è sintetizzato dalle Vespa Sprint e Vespa GTS Super Racing Sixties, con nuove grafiche gialle e rosse legate a tinte verde e bianca, passando dagli esemplari Sprint 50, 125 e 150 cc alle varianti GTS Super 125 e 300 cc. Sviluppati anche capi e caschi in coordinato, realizzati traendo ispirazione dalle citate grafiche, come segnalato.
Tinte evocative come giallo e verde, oppure rosso e bianco, quindi aspetti grafici essenziali, dettagli in nero opaco, cerchi ruota in vernice dorata e nuovi elementi tipo una sella realizzata in “vellutato nabuk spalmato PVC” considerando possibili intemperie, impreziosita da cuciture in stile artigianale. Due visioni di ricercata sportività optando per una scelta più classica propendendo per l’abbinamento giallo e verde o un un’espressività più vivace, con il contrasto reso tra rosso e bianco.

Foto: Vespa / Gruppo Piaggio

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati