SEAT: nuovi e-Scooter ed e-Kickscooter concept e una strategia per la mobilità urbana [FOTO]

In occasione del 9th Smart City Expo World Congress

Presentati alla manifestazione di Barcellona nuovi concept, tra cui il primo e-Scooter siglato SEAT, legati a una strategia di mobilità urbana

Una nuova unità operativa definita SEAT Urban Mobility, un nuovo e-Kickcooter concept e il primo e-Scooter concept sul quale è visibile la firma del brand spagnolo. Tre annunci, nel corso della nona edizione dello Smart City Expo World Congress di Barcellona, riguardanti una strategia di mobilità urbana.

Il nuovo e-Scooter concept

L’unità di business accorperà le soluzioni costituite da prodotti, servizi e piattaforme destinate alla mobilità, in particolare il lancio sul mercato nel 2020 del citato e-Scooter, prefigurato dal concept introdotto nell’occasione. Un esemplare interamente elettrico caratterizzato da un design ricercato arricchito da forme geometriche e peculiari, indirizzato sia all’utenza privata che ad aziende che si occupano di servizi di sharing. Il brand SEAT collabora con Silence, marchio di Barcellona che realizza scooter e che se ne occuperà nelle strutture a Molins de Rei. Il vano di carico sottosella, secondo le indicazioni, può ospitare due caschi. I clienti possono monitorare la posizione o il range di ricarica attraverso un’app dedicata. Il concept di e-Scooter siglato SEAT presenta un propulsore da 7 kW, toccando a un picco di 11 kW corrispondenti a 14,8 cavalli che rimandano a quanto proposto da un tradizionale 125 cc, oltre a una coppia pari a 240 Nm riprendendo le indicazioni in merito. Può raggiungere i 100 km/h, toccando i 50 km/h in appena 3,8 secondi. L’autonomia stimata per singola ricarica raggiunge i 115 chilometri, considerando i segnalati test WMTC. La batteria risulta rimovibile e ricaricabile in ambiente domestico o presso colonnine pubbliche, a una cifra stimata di 0,70 euro ogni 100 chilometri, sempre riprendendo le indicazioni presenti sul comunicato dedicato.

Le altre novità

Tornando a SEAT Urban Mobility, prosegue la collaborazione con rappresentanti e autorità per verificare l’introduzione di concept come SEAT Minimó, presentata nella passata edizione del Mobile World Congress. Inoltre si segnala l’integrazione di Respiro, la piattaforma di car sharing impiegata a Madrid e recentemente nella città di L’Hospitalet de Llobregat, costituita da veicoli di tipo sostenibile che impiegano gas naturale compresso (GNC) affiancati prossimamente a loro volta dalla Mii elettrica. La nuova unità di business è pensata anche per la gestione del servizio di kicksharing targato SEAT, in collaborazione con la start-up UFO abilitato da SEAT: CODE, il nuovo centro di sviluppo di software, come segnalato.
Altro aspetto accennato nell’occasione il DGT 3.0, un progetto pilota in collaborazione con l’autorità spagnola per il traffico finalizzato alla comunicazione in tempo reale tra veicoli, semafori e pannelli di messaggistica autostradale per ottimizzare i flussi di traffico e la sicurezza, quindi anche la stessa esperienza di guida. L’unità strategica con l’innesto di Respiro, il lancio dell’e-Kickscooter, l’introduzione della concept SEAT Minimó e ora anche il primo e-Scooter, appaiono tutte testimonianze di una dedizione costante nel campo della mobilità urbana.
Un’ulteriore novità è anche il concept della nuova generazione di e-Kickscooter, ossia un rinnovato prototipo di monopattino elettrico che garantirebbe un’autonomia sino a 65 km, grazie a una batteria di capacità più ampia da 551 Wh e due sistemi indipendenti di frenata. L’attuale generazione, SEAT EXS risalente al 2018, è giunta a oltre 10.000 unità come riferito.

Foto: SEAT

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati