Ducati World Première 2020: due nuovi modelli e tante novità

A Rimini Ducati presenta la nuova gamma per il 2020

Molti aggiornamenti e due nuovi modelli per l'anteprima mondiale Ducati 2020. Dalle e-bike passando per Panigale V2, la super sportiva media secondo Ducati e Streetfighter V4, la naked estrema da oltre 200 cavalli

Le moto muovono l’anima, ma alcune moto di più. Tra i brand che puntano sull’emozione e l’adrenalina c’è sicuramente Ducati, che oggi ha presentato in anteprima mondiale la nuova gamma per l’anno 2020, anticipando quanto verrà proposto ad EICMA in novembre. La presentazione è stata tenuta dal CEO Claudio Domenicali, padrone di casa coinvolgente ed emozionato, e in diretta presso la sede di Borgo Panigale che ha interrotto le operazioni durante tutta la presentazione. Ducati è sicuramente sinonimo di motociclette, ma dal 2018 ha introdotto una gamma di e-bike fortemente specializzate e pronte per le competizioni.

Si amplia la gamma e-bike di Ducati, dai modelli racing a quelli urban

Oggi al modello esistente Ducati MIG-RR si aggiungono infatti la MIG-RR Limited Edition, la MIG S e la city bike e-scrambler. Ducati MIG-RR Limited Edition verrà prodotta in soli 50 esemplari e rappresenta il top di gamma e-bike Ducati, con cambio elettronico, sospensioni Öhlins, cerchi in carbonio e possibilità di personalizzazione direttamente in fase di acquisto con la possibilità di avere scritto sul telaio il proprio nome. MIG-S si posiziona sotto alla versione attuale MIG-RR ma mantiene comunque un allestimento completo e di alto livello. La e-scrambler si pone invece come mezzo per tutti i giorni per i contesti urbani.

Aggiornamenti su molti modelli della gamma, partendo da Scrambler

Dopo il capitolo legato alle e-bike si entra nel vivo, è il momento delle moto. Si parte da Scrambler, che dopo essere stata venduta in 70.000 unità dal 2015 viene proposta anche in versione Icon Dark sempre con motorizzazione di 800cc. Questa versione ha colorazione specifica e prezzo di 8.390 euro, quindi più accessibile rispetto alla versione Icon proposta a 9.190 euro. Sempre riguardo Scrambler sono stati mostrati in anteprima due bozzetti, uno in chiave motard ed uno in chiave enduro Desert X con motorizzazione 1100, che anticipano due prototipi che verranno presentati ad EICMA.

Nuove livree per Diavel e Diavel S

Proseguendo nella gamma sono state presentate le nuove versioni della Diavel, che viene aggiornata sul piano estetico. Viene proposta la colorazione Dark Stealth, con una grafica dedicata e look total black. Per Diavel S viene introdotta invece la colorazione Rosso Ducati, accompagnata da dettagli in bianco e nero, enfatizzando così il lato più sportivo del modello.

Multistrada 1260 S Grand Tour: la nuova versione per il turismo a lungo raggio

Anche per Multistrada Ducati propone una nuova versione chiamata Multistrada 1260 S Grand Tour. Questo nuovo allestimento punta chiaramente al comfort nei lunghi viaggi, offrendo di serie il pack touring con manopole riscaldate e borse rigide, sensori di pressione dei pneumatici ed il tappo per il rifornimento di carburante keyless. Questa versione ha anche grafiche specifiche e sella con logo Grand Tour.

Panigale V2: la moto per avvicinarsi alla pista

Ducati è famosa per le sue motociclette sportive, e non potevano quindi mancare le versioni più performanti. Viene presentata la nuova Panigale V2, una sportiva media pensata per poter essere gestita in pista non solo da piloti professionisti ma capace comunque di fornire 155cv e 104 Nm di coppia. Molto completo l’allestimento con ABS cornering, quick shift, traction e wheelie control e controllo del freno motore. Questa nuovo modello ha inoltre un controllo di trazione evoluto, in grado di gestire in modo meno brusco le perdite di aderenza e ottenere così una guida al limite più fluida ed efficace.

Ducati Panigale V4: stesse prestazioni ma più gestibile e comunicativa

Nel mondo delle superbike Ducati è famosa per la sorella maggiore delle Panigale V2, cioè la Panigale V4. Questo modello, il più venduto della sua categoria con quasi il 20% del mercato di riferimento, si rinnova in molti aspetti con lo scopo di rendere la moto, già molto performante, più facile da portare al limite anche per piloti non professionisti. La prima modifica riguarda l’aerodinamica con l’introduzione dell’aero body presente sulla Panigale R su tutte le versioni. Questa nuova carenatura è in gradi di generare sull’anteriore una spinta verticale di 30kg a 270km/h, utile a rendere la moto più stabile e a ridurre l’impennata. Questo carico extra all’anteriore è utile anche in frenata, sempre nell’ottica della maggior stabilità. Per aumentare la facilità di utilizzo al limite è stato ridisegnato anche il telaio per renderlo meno rigido. Questo nuovo componente, unito al setup più morbido delle sospensioni permette alla moto di copiare meglio la superficie e la rende più comunicativa per chi guida. Per quanto riguarda il motore c’è una nuova taratura che pur mantenendo gli stessi valori di coppia e potenza del modello 2019, cioè 214cv a 13.000giri/min e 124Nm a 10.000giri/min garantisce un miglior comportamento a moto molto piegata riducendo l’effetto della variazione di raggio che si ha quando il pneumatico posteriore lavora con angoli di piega elevati. Tutte queste modifiche rendono così la moto più intuitiva, permettendo di ridurre comunque i tempi sul giro grazie alla maggior confidenza che riesce a dare. I prezzi sono di 23.490 euro per la versione standard che diventano 28.790 euro per la Panigale S.

Ducati Streetfighter V4: la super-naked ispirata al Joker

Per chi non usa la moto solo in pista ma anche in strada Ducati ha presentato la nuova Streetfighter V4  e V4S, una naked da 208cv e prestazioni assolutamente estreme. La formula seguita da Ducati, “The Fight Formula” è all’apparenza semplice. Si parte da una Panigale V4 con la stessa elettronica e il Desmosedici, si tolgono carene e semi-manubri che vengono sostituiti da un manubrio più alto e si aggiungo anche delle ali biplano. A questo punto abbiamo una moto con 208cv e soli 178kg a secco per prestazioni assolute. Grazie alla rapportatura finale più corta si ha poi anche il vantaggio di avere più coppia alla ruota anche rispetto alla Panigale V4. Questo modello stabilisce, secondo i tecnici Ducati, il nuovo riferimento per le maxi naked garantendo un rapporto peso potenza migliore del 25% rispetto alla concorrente più performante.

Ducati World Première 2020: due nuovi modelli e tante novità
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati